menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Natale, Bonaccini: "Deroga su divieti spostamenti tra Comuni"

Il presidente della regione si era già espresso in questi termini all'indomani della pubblicazione dell'ultimo Dpcm: "Non possiamo mettere l'obbligo dei vaccini"

Nel giorno del ritorno in Regione, dopo l'isolamento, il presidente Stefano Bonaccini torna sul divieto di spostamento tra Comuni nei giorni clou del periodo natalizio: "Non dico di togliere il divieto, ma almeno di derogare per chi va dal papà o dal nonno, per non lasciarlo solo. Casi estremi, tutto qua". Una posizione che ha ribadito, oggi, in un programma di RaiUno e che aveva esternato all'indomani della pubblicazione dell'ultimo Dpcm.

Bonaccini torna in Regione dopo l'isolamento

"Lo abbiamo chiesto in termini di buonsenso", per il resto "condivido la quasi totalità delle norme del Dpcm. Ma c'è anche il buon senso. Siccome sono tre giorni in cui posso a Roma, Milano o Bologna fare decine di chilometri per andare a trovare un parente e non posso invece spostarmi di 500 metri" tra un Comune e l'altro "una contraddizione c'è", sottolinea il presidente. 

Non smette però di mettere in guardia: "Bisogna stare attenti perchè rischiamo la terza ondata, può essere lieve, ma se diventa pesante, ci vorrebbe intelligenza e cognizione, anche solo per rispetto di coloro che da febbraio mettono a rischio le loro vite per salvare le nostre, cioè medici, infermieri e operatori sanitari". Bisogna "dire a tutti- dice sempre Bonaccini in un altro passaggio dell'intervista- che non possiamo per colpa di qualche imbecille irresponsabile ricadere in ciò che abbiamo vissuto".

Vaccini

"Non possiamo mettere l'obbligo dei vaccini" come fatto per prima dall'Emilia-Romagna per la frequenza di nidi e materne, "ma dobbiamo affidarci al fatto che la campagna vaccinale sarà quella che risolverà definitivamente il problema più grande, ridurre al massimo, se non a zero, la trasmissione del contagio" ha detto Bonaccini "non so quando arriveranno, mi auguro presto, avremo nei prossimi giorni un'altra riunione col commissario Arcuri, le Regioni devono essere protagoniste. Penso che siamo tra quelli che sono in grado di dare una mano". Nei giorni scorsi, sottolinea il presidente dell'Emilia-Romagna "abbiamo superato il milione di vaccinazioni antinfluenzali in regione, erano 800.000 lo scorso anno e ne avremo ora un altro mezzo milione. Siamo in grado di fare bene" anche col vaccino Pfizer. (dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

Covid-19: ecco i 5 DPI più efficaci per contrastarlo

social

Tortelli di Canevale: la ricetta dello chef Stefano Barbato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento