Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Draghi al Tecnopolo, contestazione di Pap: "Fondi pubblici per interessi privati"

Anche il sindacato Usb si schiera: "Licenziamenti sbloccati e tagli al codice appalti, ma nel Sostegni bis metà dei 40 miliardi alle imprese"

Piccola contestazione questa mattina per il premier Mario Draghi, durante la sua visita-lampo al Tecnopolo in costruzione a Bologna. una delegazione di Potere al popolo ha srotolato uno strisicone e intonato cori e slogan critici con il primo ministro, il tutto sotto la supervisione della polizia.

Per gli attivitsti di Pap il Tecnopolo è "un progetto da cento milioni di euro pubblici" per una ricerca che serve "in grandissima parte agli interessi dei privati".

Potere al popolo prende di mira in particolare uno dei progetti destinati a essere ospitati nel centro tecnologico,  l’incubatore delle start-up Alt-ER. "In pratica: il pubblico si assume i costi della ricerca per i privati, e anche i costi per il rischio d’impresa. Come al solito i colossi del capitalismo poi passano a raccogliere quello che può fare profitto, lasciando i costi allo stato e agli startuppari falliti" chisano atitvisti e attiviste.

Oggi Draghi a Bologna: visita-lampo al Tecnopolo, poi a Modena con Bonaccini

Ma la critica è anche per il premier in sè, che -secondo i militanti- "ha già cominciato a fare visite annunciate all’ultimo minuto per evitare contestazioni". E così, continua l'affondo, da un lato "si visitano le eccellenze dei territori, il Tecnopolo, il distretto della ceramica a casa di Bonaccini, dall’altro si allentano ogni giorno di più i blocchi ai licenziamenti e agli sfratti".

Sulla stessa linea il sindacato di base Usb che ricorda come le "decisioni antipopolari che il Governo Draghi ha preso in coerenza con gli interessi di Confindustria e del padronato tutto: si sbloccano i licenziamenti e contestualmente si regalano più di metà dei 40 miliardi stanziati nel Decreto Sostegni Bis alle imprese".

Non solo: con il Decreto semplificazioni il governo Draghi -questa la posizione del sindacato- "peggiora la normativa relativa al codice degli appalti, già carente di reali tutele, dando più libertà alle imprese, peggiorando le condizioni di lavoratori e lavoratrici e aggirando vincoli a tutela del territorio e dell'ambiente".

(Foto: agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Draghi al Tecnopolo, contestazione di Pap: "Fondi pubblici per interessi privati"

BolognaToday è in caricamento