Alcool e droga, torna a crescere il consumo tra i minorenni

Dopo il calo nei due anni precedenti. I numeri assoluti sono bassi, ma preoccupa l'impennata di eroina e cocaina

Sta tornando a crescere l'abuso di alcol e sostanze illegali tra i minorenni a Bologna. Dopo il calo degli ultimi due anni, nel 2018 la curva è tornata a salire. A dimostrarlo è il nuovo Rapporto annuale sulle dipendenze nell'area metropolitana realizzato dall'Osservatorio epidemiologico dell'autorità sanitaria di Bologna, presentato oggi nel capoluogo emiliano.

Dai dati rilevati da Sert, ospedali e Pronto soccorso, risulta che tra i residenti di età compresa tra 12 e 17 anni, in città e provincia è in aumento l'incidenza del consumo problematico di alcol e di sostanze illegali. Si parla di 0,6 nuovi casi ogni mille residenti per quanto riguarda l'alcol e di 0,8 su mille per le droghe. Rispetto alle singole sostanze, su numeri molto bassi, si osserva un aumento dell'incidenza del consumo problematico di eroina e di cocaina.

Sempre per quanto riguarda le sostanze illegali, aumenta l'incidenza di consumo problematico in entrambi i sessi e indipendentemente dalla provenienza geografica. Il dato 2018 però per i minori stranieri triplica rispetto all'anno precedente. Il consumo problematico di alcol invece riguarda in particolare i maschi e i ragazzi italiani, mentre rimane costante tra le femmine e diminuisce tra i non nativi. Più in generale, l'abuso di alcol appare un problema sempre più diffuso nella popolazione bolognese.

Rispetto agli anni precedenti, infatti, nel 2018 aumentano sia il numero complessivo di persone con consumo problematico di alcol (2.682 soggetti contro i 2.609 del 2017) sia l'età media (poco meno di 50 anni). Aumentano in modo particolare gli alcolisti seguiti dai servizi (1.215) e gli accessi al Pronto soccorso (1.355).

Stabile la quota di donne con problemi di alcol (26%) e di stranieri (25%), mentre aumentano i non residenti (17%). Nel 2018 sono cresciuti anche i nuovi casi di abuso di alcol. Si parla di 1.084 persone (40 in più rispetto all'anno prima), di cui sette su dieci si sono rivolti al Pronto soccorso: un quarto sono donne, un terzo stranieri, età media 46 anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'incremento del numero di persone con problemi di alcol si conferma anche guardando i dati relativi ai residenti, in particolare tra gli uomini e tra gli stranieri. L'incidenza è più elevata nelle fasce di età giovanili, tra i 18 e i 24 anni, con 2,8 casi ogni mille residenti tra i maschi e 1,8 su mille tra le femmine, in aumento rispetto al 2017. Da segnalare infine la quota, altalenante nel tempo, di soggetti con abuso concomitante di sostanze illegali (un quinto) e di psicofarmaci (5%). (San/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, tre ragazzi positivi nei licei di Bologna: controlli su 90 tra studenti e professori

  • Maltempo a Bologna e provincia: persone intrappolate dall'acqua, allagato anche l'asse attrezzato

  • Scuola, altri due casi di Covid al Fermi e alle Guido Reni

  • Aggressione in casa: tenta violenza sessuale, lei scappa in strada

  • Due locali di Bologna tra le '20 Migliori Pizze in Viaggio in Italia'

  • Dolci e leccornie: 5 imperdibili pasticcerie a Bologna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento