Cronaca Navile

Droga, fioccano arresti in Bolognina: 'Il rastrallamento dell'area è diventato sistemico'

La Polizia marca stretta le aree più calde della città per crimini di droga. Ieri altri due nuovi arresti, identificazioni massicce di extracomunitari irregolari e svariate dosi di marijuana, hashish ed eroina sequestrate

'Stiamo intensificando i controlli in alcune aree calde della città, come la Bolognina, la Montagnola, la zona Universitaria e quella della Stazione dei treni. Ormai il rastrellamento delle aree più a rischio della città ad opera delle volanti e di Polizia in borghese è diventato sistemico'. Così il dirigente dell'ufficio volanti di Bologna, il dott. Stanislao Caruso, raccontando degli ultimi risultati di un'operazione di controllo portata a termine ieri, che ha permesso di fermare e identificare 23 stranieri - alcuni dei quali trovati senza permesso di soggiorno - nonchè di sequestrare diverse dosi di marijuana, hashish ed eroina e trarre in arresto due cittadini tunisini per reati di droga.

I due arresti spiccati ieri dalla Polizia sono avvenuti a distanza di poche ore. Il primo fermo è avvenuto alla Bolognina, in via Di Vincenzo, dove un extracomunitario è incappato in un'operazione di controllo ad opera di alcuni agenti in borghese. Una volta vistosi incastrato, l'uomo ha scagliato la propria bici contro i poliziotti e gettato via un involucro contenete 12 dosi di marijuana già divise e pronte allo smercio. Sul pusher, hanno inoltre appurato gli agenti - gravava una condanna per fatti di droga risalente al 2011: per l'uomo è così scattato immediato l'arresto.

Stessa sorte per un altro tunisino, 'pizzicato' poche ore dopo da un'altra pattuglia in perlustrazione sempre in zona Bolognina. L'uomo è stato trovato in possesso di due grammi di eroina, pronta ad essere commercializzata. Anche per lui - i controlli hanno chiarificato - era in sospeso un provvedimento di custodia cautelare per spaccio di sostanze stupefacenti. Ed anche in questo caso sono scattate le manette e lo spacciatore è stato tradotto alla locale casa circondariale della Dozza.

'Siamo soddisfatti delle operazioni di contrasto al microspaccio condotte in zona Bolognina - Ponte Vecchio'. Hanno dichiarato i dirigenti della Questura di Bologna, snocciolando dati che rivelano un impegno potenziato e i primi risultati conseguiti. 'Dall'inizio dell'anno ad oggi infatti si contano già venti arresti e quattro ordini di custodie cautelari in carcere per fatti di droga'. L'impegno - promette la Polizia - continuerà e non solo sul fronte della repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, fioccano arresti in Bolognina: 'Il rastrallamento dell'area è diventato sistemico'

BolognaToday è in caricamento