“Vieni da me che ho roba buona!", ma era un Carabiniere: arrestato 22enne in Montagnola

I servizi antidroga in abiti civili del Nucleo Operativo della Compagnia Bologna Centro al Parco della Montagnola, hanno portato all’arresto di un altro spacciatore

I servizi antidroga in abiti civili del Nucleo Operativo della Compagnia Bologna Centro al Parco della Montagnola, hanno portato all’arresto di un altro spacciatore di sostanze stupefacenti,S.D., ventiduenne gambiano, disoccupato, senza fissa dimora e con precedenti di polizia.

L’arresto è stato eseguito davanti alla scalinata del Pincio. Alla vista del Carabiniere che si stava avvicinando alla scalinata, il 22enne si è avvicinato dicendo: “Vieni da me che ho roba buona!…”. Il militare ha finta di accettare l’offerta e quando lo spacciatore si è fatto avanti con una dose di marijuana è finito in manette. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e inviata ai tecnici di laboratorio del Comando Provincialedi Bologna, mentre il giovane gambiano che è stato anche trovato in possesso di 175 euro in contanti, è stato rinchiuso in camera di sicurezza.

Questa mattina, in sede di Giudizio direttissimo, l’arresto è stato convalidato e, in attesa della sentenza posticipata per la richiesta dei termini a difesa, il giovane gambiano è stato liberato e sottoposto al divieto di dimora nella Città metropolitana di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

Torna su
BolognaToday è in caricamento