Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Castel San Pietro Terme / Via di Vittorio

Castel San Pietro, in macchina con un etto di cocaina e un coltellaccio: 3 arresti

Blocco dei Carabinieri in via Di Vittorio, pizzicati 3 pusher extracomunitari: scorazzavano armati e imbottiti di "polverina bianca". Sono finiti in manette

Scorazzavano per la città con un coltello a serramanico e quasi un etto di cocaina nascosti in macchina: così sono stati sorpresi e arrestati tre extracomunitaria a Castel San Pietro Terme.

A bloccarli mentre stavano tentando di vendere la "polverina bianca" su via Di Vittorio, una pattuglia dei carabinieri. E' accaduto ieri intorno alle 22.30. Nei guai sono finiti tre cittadini albanesi, tutti incensurati e senza stabile attività lavorativa, di età compresa tra i 23 e i 28 anni.

Ad attirare l'attenzione dei militari un’operazione sospetta: i tre, che viaggiavano a bordo dell’autovettura di K.E., si erano fermati per far salire a bordo una quarta persona che però, notando l’avvicinarsi della pattuglia, è scesa dal veicolo per dileguarsi velocemente a piedi.

"Il loro atteggiamento è risultato oltremodo dubbio - rivelano gli agenti - anche in considerazione del fatto che da tempo arrivavano  segnalazioni di presunte attività di spaccio in quella zona."

Scattata la perquisizione del veicolo, i militari hanno infatti rinvenuto un involucro in cellophane contenente un panetto di cocaina. Uno dei sogegtti incriminati è stato inoltre trovato in possesso di 420,00 euro in banconote di vario taglio (ritenute provento dell’attività di spaccio) e di un coltello a serramanico con lama di 12 cm.

Dopo aver sequestrato lo stupefacente, il denaro ed il coltello, i Carabinieri hanno arrestato i tre albanesi con l’accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente, traducendoli presso la locale Casa Circondariale dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castel San Pietro, in macchina con un etto di cocaina e un coltellaccio: 3 arresti
BolognaToday è in caricamento