Locali notturni e droga, fenomeno dilagante. Allarme dell'Arma sul "Mondo dello sballo"

5 in manette, pizzicati a spacciare fuori da un locale di via Mattei. I Carabinieri: "Un universo sommerso che gravita intorno a locali frequentati da un variegato universo di avventori tutti giovanissimi"

Parte dello stupefacente sequestrato

Riparte la stagione e riaprono i locali, fuori alcuni dei quali dilaga il giro di droghe, per lo più sintetiche, tra giovani e giovanissimi.
Cinque arresti è l'ultimo bilancio di un’operazione di contrasto allo spaccio portata avanti dall’Arma nei pressi del locale notturno "Zoom" di via Mattei.
L'esito dell'operazione, sottolineano i Carabineiri, " conferma, purtroppo, l’estensione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti, soprattutto sintetici, destinati al “mondo dello sballo”, un vero universo sommerso che gravita intorno a locali notturni frequentati da un variegato universo di avventori tutti giovanissimi (la fascia media oscilla tra i 16 ed il 28 anni) e provenienti da località anche molto distanti."

La "retata" fuori allo "Zoom" ha portato, lo scorso luglio, in prima battuta, all’arresto di tre giovani incensurati, un colombiano e due italiani tutti residenti nel milanese, colti in flagranza mentre spacciavano nelle vicinanze del noto locale notturno. Poco dopo, presso la residenza nel milanese di uno dei fermati, è scattato l’arresto per detenzione di sostanze stupefacenti di altri due giovani 24enni incensurati.

BLITZ FUORI DAL LOCALE. Poco dopo la mezzanotte di sabato 18 luglio, nel corso del mirato servizio, i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Bologna Centro hanno notato che nel parcheggio antistante al locale "Zoom" 3 giovani si muovevano con fare sospetto, fermando e facendo ambigui cenni ai vari avventori del locale che mano a mano arrivavano e recandosi ogni tanto nei pressi di una “Volkswagen Polo” parcheggiata nei pressi.

Un servizio di discreta osservazione ha permesso ai militari di intervenire cogliendo i tre spacciatori nel mentre cedevano circa mezzo grammo di “MDMA” ad una giovane coppia in cerca di “sballo” (un 18enne del Modenese e una 19enne della Provincia di Lodi), anch’essi poi identificati e successivamente segnalati alla Prefettura per i provvedimenti amministrativi del caso.

SEQUESTRATE DROGHE E OLTRE 4MILA EURO. Nel corso della perquisizione, immediatamente effettuata, i militari hanno rinvenuto e sequestrato ulteriori dosi di “MDMA” suddivisi in bustine e occultate nel baule dell’auto e all'interno di un calzino, ancora hashish e “marijuana”.

Insospettiti dalla “professionalità” apparentemente mostrata dai tre giovani arrestati, i carabinieri hanno così esteso la perquisizione anche ai loro domicili e residenze, trovando ulteriori quantitativi di droga, nonchè vario materiale idoneo al confezionamento dello stupefacente e oltre 4 mila euro in contanti, ritenuti provento dell'attività di spaccio.

Per tutti gli arrestati si sono così aperte le porte delle carceri (in relazione all’area geografica di provenienza) ove dovranno rimanere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria: i “bolognesi” sono finiti alla “Dozza”, mentre i “milanesi” sono stati associati alle case circondariali di Pavia e Vigevano (PV).

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Scomparso nella notte, ritrovato morto in un campo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Whoopi Goldberg a Bologna: da Hollywood alle osterie del centro

  • Morti in incidenti stradali: Bologna la più colpita, diventa obbligatorio l'alcol-lock

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

Torna su
BolognaToday è in caricamento