Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca Zona Universitaria

Serra di marijuana artigianale in casa: in manette uno studente universitario

I carabinieri hanno trovato un impianto funzionante, alcune piante e diverse decine di grammi di infiorescenze

Una parte della stanza con tanto di serra, ventole e lampade dedicate, oltre a sei piante in discreto stato di accrescimento vegetativo. Questo è stato trovato dai carabinieri di Bologna nell'abitazione -in zona Montagnola- di uno studente universitario di 20 anni, confinato agli arresti domiciliari in attesa dell'udienza di convalida.

La perquisizione è scattata ieri sera: il giovane è sospettato dai militari di produrre e vendere le sostanze stupefacenti ai clienti della zona. Alla vista dei militari però, il 20enne ha tentato una difesa, chiedendo dapprima un mandato di perquisizione ai carabinieri (in verità non previsto dall'ordinamento in caso di ricerca di armi, droga ed esplosivi, ndr) poi sostenendo di fare uso terapeutico di marijuana, perché malato.

Quando però le motivazioni non sono state accettate dai militari, il ragazzo ha ostacolato fisicamente la ricerca della sostanza, fatto che gli è costato -oltre alla detenzione a fini di spaccio- anche un'imputazione per resistenza a pubblico ufficiale.

Al termine della perquisizione, i militari hanno sequestrato una settantina di grammi di marijuana, sei piantine, una serra artigianale, delle ventole per areazione, termometri e lampade riscaldanti e una bilancina di precisione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serra di marijuana artigianale in casa: in manette uno studente universitario

BolognaToday è in caricamento