Cronaca Zona Universitaria / Piazza Giuseppe Verdi

Droga in Piazza Verdi: “Ciao, vuoi fumare? Ho erba per 20”, ma ferma i 'clienti' più sbagliati

In manette due pusher in zona Universitaria: uno ha preso un granchio, offrendo marijuana a due carabinieri in borghese. Un 'collega' pizzicato in flagrante, invece, menetre spacciava hashish in Montagnola

Servizio anti-droga in zona universitaria nel weekend che ha portato all'arrestato di due tunisini, di 29 e 26 anni.

A piazza Verdi, poco dopo la mezzanotte è stato arrestato il 26enne, gravato da precedenti di polizia in materia di immigrazione clandestina. Lui, a differenza del suo connazionale, non ha atteso l’arrivo del cliente, ma si è proposto a due Carabinieri in servizio e in abiti civili che stavano controllando la zona universitaria. “Ciao, vuoi fumare? Ho dell’erba per 20”. I militari hanno simulato l’acquisto e quando il pusher ha estratto la sostanza stupefacente, pari a 1.8 grammi di marijuana, è stato ammanettato e rinchiuso in camera di sicurezza. Nella sua disponibilità sono stati rinvenuti altri 4 grammi della stessa sostanza stupefacente e 60 euro in banconote di vario taglio.

Al Parco della Montagnola è finito in manette il 29enne, noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia in materia di stupefacenti. Il giovane, seduto su una panchina in una zona defilata dai passanti, è stato visto mentre cedeva un piccolo involucro a una donna che gli si era avvicinata per chiedergli qualcosa. I Carabinieri sono intervenuti recuperando l’oggetto che conteneva 1.1 grammi di hashish. Altri 8 grammi della stessa sostanza stupefacente e 75 euro in banconote di vario taglio, sono stati rinvenuti nella disponibilità del tunisino. La donna, 40enne di Bologna, è stata segnalata alla Prefettura per uso di sostanze stupefacenti. I due spacciatori sono stati tradotti in Tribunale per la celebrazione del rito direttissimo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga in Piazza Verdi: “Ciao, vuoi fumare? Ho erba per 20”, ma ferma i 'clienti' più sbagliati

BolognaToday è in caricamento