Droga nelle scuole, il prefetto: "Mappare quelle più a rischio"

In cantiere task force con il coinvolgimento dei dirigenti scolastici, ma anche una campagna comunicativa di sensibilizzazione al tema delle dipendenze

Per quanto riguarda il tema della prevenzione dello spaccio di droga "lo abbiamo affrontato anche in relazione all'anno scolastico che si sta aprendo, esaminando una serie di questioni che passano prima di tutto dalla mappatura degli istituti più a rischio".

A dirlo, a margine dell'incontro a Palazzo Caprara a cui ha partecipato anche il viceministro dell'Interno, Matteo Mauri, è il prefetto di Bologna, Francesca Ferrandino. L'obiettivo di questa mappatura, spiega il prefetto, è "mettere a disposizione dei dirigenti scolastici dei referenti diretti per discutere di queste questioni e creare dei team che avviino nuovi modi di comunicazione con gli studenti". Per contrastare al meglio il problema dello spaccio, dunque, bisogna puntare, in primis, su una comunicazione più efficace verso i ragazzi, perché, conclude Ferrandino, "forse noi adulti non riusciamo a rendere 'affascinante' il concetto di legalità" (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

  • Bocciata alla maturità in Dad: Tar le dà ragione, esame da rifare

Torna su
BolognaToday è in caricamento