rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Droga dello stupro, in manette un professionista: sequestrato flacone per 700 dosi

La soluzione chimica è di provenienza extra-Ue. Sigilli a mezzo litro di Gbl

Un flacone con mezzo litro di Gbl (gammabutirrolattone, ndr), noto più comunemente come il principio attivo alla base della cosiddetta 'droga dello stupro', è stato trovato in casa di un 40enne, cittadino italiano, residente nel bolognese. All'uomo, di professione biologo nutrizionista, è stato perquisito anche lo studio professionale. La sostanza, concentrata al 100 per cento, è stato ricostruito essere di provenienza serba, ed è stato calcolato potesse servire per la fabbricazione di circa 700 dosi. Ora l'uomo è agli arresti domiciliari, in attesa dell'udienza. Si occupa del caso la pm Morena Plazzi. L'accusa è di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Solo a dicembre, furono quattro gli arresti dei Carabinieri per altrettanti professionisti, accusati di essere nel giro di spaccio che ruota attorno alla movida bolognese.

"La droga dello stupro? E' un fenomeno in crescita, e una dose costa molto poco" è il parere della dottoressa Martina Grassi, docente della École Universitaire Internationale, nonchè direttore esecutivo di IRCAV (International Response Center Against Violence), il primo centro specifico di supporto alle vittime di droga da stupro e loro familiari.
 

Potrebbe interessarti: https://www.bolognatoday.it/cronaca/droga-stupro-intervista-martina-grassi.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga dello stupro, in manette un professionista: sequestrato flacone per 700 dosi

BolognaToday è in caricamento