Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

“Ero un medico di guerra per Israele, ho perso amici, la mia terra è intrisa di sangue”

La testimonianze arriva dal memorial della Shoah, dove si sono riuniti alcuni residenti israeliani sotto le Torri e parte della comunità ebraica locale

I residenti israeliani delle Due Torri e la comunità ebraica bolognese si sono riuniti al memorial della Shoah per rendere omaggio alle migliaia di vittime di Hamas negli ultimi giorni. La piazza è stata ricoperta di candele posizionate in modo da formare simboli e parole di pace della cultura ebraica e le mura decorate con le foto dei cari che hanno perso la vita. E' una serata di canti, preghiere e raccoglimento. 


"Ero un medico di guerra per Israele, ho perso amici, la mia terra è intrisa si sangue e delle lacrime di coloro che hanno perso la vita" ha raccontato una giovane che ha combattuto nelle forze armate Israeliane, presente alla commemorazione.

"Sono venuta qui oggi perché ho paura per il futuro del mio paese, della mia famiglia e dei miei amici che potrebbero rimanere vittima delle atrocità di Hamas, non abbiamo scelta" ha aggiunto. "Spesso la gente non capisce, vogliamo difendere le persone che amiamo ma voglio solo che questo spargimento di sangue si concluda"conclude.

Distesa di candele al memorial della Shoah ricordando i morti del conflitto

"Nel 2023 c'è ancora tanta ignoranza, ci chiamano terroristi e assassini, ma siamo persone anche noi" ha commentato una dei partecipanti. "Hamas è un gruppo di demoni, è giusto che la città ci sostenga per proteggere i nostri confini" ha raccontato un uomo che si è trasferito qui per lavoro. "Siamo qui con il cuore spezzato per i morti e i feriti, continuiamo a combattere per il nostro paese" racconta la comunità di studenti che frequentano l'Unibo. Alcuni dei  iscritti all'Alma Mater sono tornati a casa in questi giorni per unirsi alle forze militari in prima linea contro i terroristi islamici.

"Le immagini che stiamo vedendo sono terrificanti, abbiamo colorato le torri in bianco e blu per solidarietà ai morti, i rapiti e i dispersi" ha commentato la vicepresidente dell'Emilia Romagna Irene Priolo, presente alla manifestazione. 

"Noi vogliamo un medio oriente pacifico e Bologna è al vostro fianco" ha aggiunto l'assessore all'agricoltura e l'istruzione Daniele Ara, anche lui stasera al fianco della comunità ebraica.

 “Sirene e scoppi: vi racconto com’è Gerusalemme in questi giorni”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Ero un medico di guerra per Israele, ho perso amici, la mia terra è intrisa di sangue”
BolognaToday è in caricamento