Cronaca

Elezioni rettore Alma Mater, Sobrero si candida e punta al ritorno in aula: "La frequenza a distanza discrimina"

Maurizio Sobrero è ordinario di Gestione dell’Innovazione presso l’Università degli Studi di Bologna dove lavora dal 1998 dopo avere conseguito il PhD presso il Massachussets Institute of Technology. Ha insegnato in diversi paesi e svolto attività di ‘advisory’ per numerose istituzioni governative

È con una lettera indirizzata alle colleghe e ai colleghi, che Maurizio Sobrero ha sciolto le riserve e ha confermato, questa mattina, la sua candidatura a Rettore dell’Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna. Una scelta maturata «perché conosco bene la nostra Università, ho esperienza di relazioni istituzionali e di progetti internazionali di ampio respiro» ha detto. I suoi punti di forza sono l’attenzione all’innovazione e alla ricerca in tutte le discipline, la grande familiarità con il funzionamento dell’Università, l’attitudine al lavoro in squadra: «metto queste mie capacità al servizio dell’Ateneo, per migliorare la nostra quotidianità, afflitta da troppe incombenze poco comprensibili ai docenti e che non valorizzano il personale tecnico-amministrativo» ha dichiarato.

Sobrero ha sottolineato, poi, la necessità di affrontare gli esiti della pandemia che stiamo vivendo: «è indispensabile riportare gli studenti nelle nostre aule, perché la frequenza a distanza discrimina chi ha meno possibilità» ha osservato, «ed è anche fondamentale capire come far ripartire le attività di ricerca, che hanno subito molti disagi in questi lunghi mesi. Dottorande e dottorandi, assegniste ed assegnisti rischiano di subire impatti significativi, di cui dobbiamo preoccuparci».

Le elezioni accademiche avvengono nello stesso anno di quelle amministrative, a Bologna, ma anche a Rimini: «una coincidenza di date che mi porta a ricordare come le sorti della nostra Università siano fortemente intrecciate a quelle del nostro territorio, non solo della città capoluogo, ma anche dei Comuni della Romagna, in cui siamo presenti da tempo e con un impegno da rafforzare. Sono pronto a dare il mio contributo, se sarò eletto Rettore, per usare al meglio, insieme ai Comuni e alla Regione, le risorse del Recovery Fund» ha affermato Sobrero.

«Il decentramento delle aule e degli insediamenti universitari, che è in corso, avrà rilevanti conseguenze su Bologna» ha osservato il professore. Bisognerà prestare forte attenzione «all’incontro e allo scambio tra diverse comunità universitarie, ma anche alla zona storica, da valorizzare nelle proprie bellezze, dai musei alle aule studio, alle biblioteche, agli edifici di interesse artistico, perché non si svuoti di studenti, divenendo luogo di degrado». Allo stesso tempo, Sobrero punta ad investimenti in grandi infrastrutture di ricerca e tecnologiche, «per rafforzare la ricerca di base e favorire ricadute concrete anche per il tessuto industriale». Propone, inoltre, un piano straordinario di aule e spazi di studio, investendo nella qualità della didattica e accogliendo più studenti, «perché è fondamentale aumentare il numero dei laureati nel Paese, se vogliamo davvero sostenere il diritto allo studio».

Un’attenzione particolare, infine, alla medicina universitaria, «per sviluppare in modo equilibrato, con la Regione e il Ministero della Salute, i tanti progetti aperti a Bologna e nelle sedi romagnole» ha concluso Sobrero.

Chi è Maurizio Sobrero

Maurizio Sobrero è ordinario di Gestione dell’Innovazione presso l’Università degli Studi di Bologna dove lavora dal 1998 dopo avere conseguito il PhD presso il Massachussets Institute of Technology. Si occupa di innovazione e imprenditorialità, pubblicando nelle principali riviste internazionali. È Founding Faculty Fellow dello Skolkovo Institute of Science and Technology di Mosca ed ha insegnato in diversi paesi europei, Cina e Sud America. Ha svolto attività di ‘advisory’ per numerose istituzioni governative internazionali tra cui l’ONU, lo European Patent Office e la Commissione Europea e il G7. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni rettore Alma Mater, Sobrero si candida e punta al ritorno in aula: "La frequenza a distanza discrimina"

BolognaToday è in caricamento