menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni sindaco 2021, il Pd 'stoppa' Merola, Tosiani: "Partito ci sarà"

Il segretario del partito replica all'idea del sindaco uscente su un simbolo comune senza quello dei dem. In filigrana i piazzamenti interni sul nome del canidato sindaco

In vista delle elezioni a Bologna del prossimo anno, il simbolo del Pd non si discute. Dalla Federazione dem arriva un fermo stop alla proposta lanciata dal sindaco Virginio Merola, cioè una "grande coalizione civica" nella quale il Pd dovrebbe mettere in conto anche di rinunciare al proprio 'marchio' politico.

E invece il Pd "è in campo con il suo simbolo", dichiara il segretario Luigi Tosiani, che non a caso ricorda il voto già espresso dalla Direzione sul percorso verso il 2021. Percorso rispetto al quale, di fatto, l'uscita di Merola scombina non poco le carte in tavola.

Eppure, fanno notare gli ambienti dem, anche il sindaco ha fatto parte di quella decisione; la sua 'idea' di oggi per questo spiazza: perché è come se si mettesse su un altro 'binario' rispetto a quello scelto unanimemente. E Tosiani riporta tutta la 'retta via' comune.

"A pochi giorni da sfide elettorali importantissime, il Pd è in campo in tutto il Paese per combattere le destre", sottolinea. "Le recenti elezioni regionali in Emilia-Romagna hanno dimostrato l'importanza di un'alleanza forte che nasce dai territori, dai risultati amministrativi ottenuti- continua- dalla capacità del Pd (tornato primo partito) di costruire alleanze credibili, con un progetto di governo del territorio e la capacità di coinvolgimento delle esperienze migliori della societa'".

A Bologna, ricorda in particolare il segretario, "abbiamo ottenuto un risultato importantissimo del Pd (quasi il 41%) e delle altre forze di coalizione, valorizzando le diverse sensibilità e proposte in campo". Questo risultato "ci consegna una grande responsabilità", aggiunge Tosiani, cioè "costruire per le amministrative 2021 una proposta all'altezza del lavoro fatto in questi anni, dei risultati ottenuti, delle sfide che ci attendono".

Senza dimenticare, per l'appunto, che "abbiamo definito in modo unanime un percorso in Direzione provinciale- puntualizza Tosiani- che trae forza dal confronto con la città, il suo dinamismo plurale, le sue articolazioni, i contributi dei cittadini".

L'obiettivo è costruire "una coalizione- continua Tosiani- di forze politiche e civiche che condividono un programma ambizioso, un campo largo di valori e di proposte, che sappia valorizzare le diverse sensibilita' e la pluralita' di idee, da sempre tratto peculiare della nostra Bologna".

E se da Merola è arrivato un invito ad abbandonare "il residuo triste del concetto di egemonia, per sostituirlo con la cooperazione tra diversi", Tosiani dichiara: "Senza ambizioni egemoni ma con generosità, umiltà ed orgoglio, il Partito democratico di Bologna è al lavoro per questa sfida così importante; è in campo con il suo simbolo, i suoi valori, le sue idee e i suoi amministratori, la sua straordinaria comunità".
Quella comunità, conclude il segretario, "che da tre settimane sta animando la nostra Festa, aperta, inclusiva, generosa ed orgogliosa". (Pam/ Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Sanremo: lutto per Ignazio Boschetto de Il Volo

social

L'Oroscopo di marzo segno per segno: ecco cosa prevedono gli astri

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento