rotate-mobile
La polemica

Donne solo over 40. Elisabetta Franchi e la "carica importante" nella sua azienda

Si è tirata dietro un mare di polemiche, ha risposto di essere stata fraintesa. Ma le pari opportunità sono dettate addirittura dalla Costituzione

Non sorprende che le dichiarazioni dell’imprenditrice bolognese, Elisabetta Franchi, stilista e designer, abbiano scatenato il caos. Intervenendo a un evento a Milano, organizzato dalla testata "Il Foglio", per parlare di "Donna e moda", ha reso noti i criteri con i quali sceglie le persone o meglio le donne che lavorano per lei, meglio se over 40, per le cariche più alte, ci mancherebbe. 

"Strano" verrebbe da dire, ma il motivo sembra piuttosto ordinario: "Quando metti una donna in una carica importante, non ti puoi permettere di non vederla arrivare per due anni perché quella posizione è scoperta. E un imprenditore investe tempo, energia e danaro - ha spiegato Franchi - Se viene a mancare è un problema... Io oggi le donne le ho messe perché sono 'anta'. Se dovevano sposarsi lo hanno già fatto, se dovevano avere figli, li hanno già fatti, se dovevano separarsi, hanno fatto anche quello… Per cui io le prendo che hanno fatto tutti e quattro i giri di boa".

Non c'è molto da aggiungere se non che nessuno ha obiettato e che, tradotto, per poter lavorare "H24" di fianco alla stilista è meglio aver superato i 40 anni ed aver fatto tutti i compiti a casa, anche se lei, racconta, due giorni dopo il taglio cesareo è andata a lavorare, essendo lei "emiliana ed emancipata", non per niente è anche Cavaliere dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”. E gli uomini che sono "dei bambinoni" mentre "noi donne abbiamo un dovere, che è quello nel nostro Dna, che non dobbiamo neanche rinnegarlo: i figli li facciamo noi, il camino in casa lo accendiamo noi. È una grande responsabilità".

E poi i "ragazzi di oggi" che non intedono la parola sacrificio, insomma si è tirata dietro un mare di polemiche alle quali ha risposto di essere stata fraintesa, voleva dire che in Italia le donne non vengono aiutate e che le donne, ancora loro, per riuscire a conciliare famiglia e carriera devono fare un sacco di sacrifici, come ha fatto lei.  

Va ricordato che proprio nel nostro paese ci sono volute leggi, regolamenti e codici di "pari opportunità" in materia di occupazione e di condizioni di lavoro, ma ci sono. In verità ci aveva già pensato nel 1947 chi ha scritto la Costituzione, che avessero già 'annusato' l'aria?

"La donna lavoratrice ha gli stessi diritti e, a parità di lavoro, le stesse retribuzioni che spettano al lavoratore. Le condizioni di lavoro devono consentire l'adempimento della sua essenziale funzione familiare e assicurare alla madre e al bambino una speciale adeguata protezione". 

Otto marzo, l'imprenditrice Elisabetta Franchi: "Lotte quotidiane contro le discriminazioni"

Elisabetta Franchi-3

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donne solo over 40. Elisabetta Franchi e la "carica importante" nella sua azienda

BolognaToday è in caricamento