Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Emanuele Cocchi scomparso da Budrio: "Ripreso dalle videocamere in stazione, poi nulla"

Cocchi, sparito da una settimana ormai, aveva lasciato un biglietto allarmante. La sorella Elena si rivolge direttamente a lui: "Non è successo niente, torna a casa. Tutto si risolve"

La famiglia del 45enne Emanuele Cocchi, scomparso da Budrio il 9 aprile scorso, rinnova l'appello e chiede a chiunque possa averlo visto di dare informazioni. "Che si faccia sentire e ci dica almeno che sta bene - ribadisce la sorella Elena Cocchi sperando che a lui in qualche modo arrivi il suo messaggio - non è successo nulla di grave e i problemi si risolvono". Ad allarmare la famiglia un biglietto lasciato dall'uomo nel quale ha scritto: "Sono un peso".

Avete degli elementi in più, le indagini hanno portato a qualche risultato fino ad ora? "Abbiamo visionato insieme alla Polfer alcuni filmati e lo abbiamo visto nelle riprese scendere dal treno in stazione centrale a Bologna il 9 aprile alle 12.02 da un treno proveniente da Portomaggiore. Era vestito con dei jeans azzurri, una maglia scura e una sacca bianca con la scritta promotek in blu e arancio. La foto pubblicata è un'immagine recente e al massimo potrebbe avere i capelli un po' più lunghi".

Ci state sono segnalazioni? "Sì, una segnalazione. Qualcuno lo ha visto a Budrio, camminare con il capo chino. Ma chissà..."

Emanuele ha con sè un bancomat? Denaro, documenti e cellulare? Il cellulare lo ha lasciato da me. Ha con sè una somma di denaro che non sappiamo e no, non ha un bancomat o una carta di credito, mentre dovrebbe avere la sua carta di identità.

Ci sono amici che potrebbero ospitarlo a cui rivolgersi? No, non abbiamo individuato nessun collegamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emanuele Cocchi scomparso da Budrio: "Ripreso dalle videocamere in stazione, poi nulla"

BolognaToday è in caricamento