menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Emilia-Romagna rischia l'arancione, Bonaccini: "Situazione peggiorata, si dovrà reggere per un paio di mesi"

Si avvicina il venerdì e, come ormai la pandemia ci ha abituato, si attendono i dati dell'ISS e del ministero della Salute che decidono i "colori" delle regioni. Ipotesi lockdown nei week end

Si avvicina il venerdì e, come ormai la pandemia ci ha abituato, si attendono i dati dell'Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute che decidono i "colori" delle regioni. Al momento, sarebbero sei quelle che rischiano di cambiare, Emilia-Romagna compresa. 

"Alcune regioni sono già diventate zona arancione - ha detto il presidente della conferenza delle Regioni e dell'Emilia-Romagna Stefano Bonaccini il 16 febbraio a La7 - potrebbe succedere che anche l'Emilia-Romagna lo diventi tra qualche giorno, non perché la situazione sia drammatica ma perché è peggiorata rispetto a qualche settimana fa". 

Bordon, Ausl Bologna: "Più contagi e ricoveri, preoccupa la variante" | VIDEO

L'elemento discriminante è infatti l'RT - l'indice di contagio: "Siamo appena sopra l'1, sono preoccupato per il fatto che i contagi sono cresciuti anche se nei primi giorni di questa settimana si è visto un calo: "Per esempio i casi in Emilia-Romagna oggi (ieri 16 febbraio - ndr) sono meno di mille. Ma magari domani risaliranno, è difficile fare i conti giorno per giorno". quindi "per un paio di mesi si dovrà reggere ancora. Ma sono ottimista per il futuro, perché l'arrivo dell'estate porterà un vaccino naturale che è la bella stagione". 

In base all'ordinanza del ministro della salute Roberto Speranza del 13 febbraio, sono in zona gialla Calabria, Campania, Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Valle d’Aosta, Veneto, in zona arancione Abruzzo, Liguria, Toscana, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Umbria, ma il 5 marzo scadrà il Dpcm e il neonato governo Draghi dovrà prendere le decisioni sulle eventuali restrizioni. 

L'ipotesi lockdown totale nel week end

Intanto, in Emilia-Romagna si è concluso il primo studio sulla diffusione della VOC202012/01, termine scientifico della “variante inglese” del Coronavirus: dei 204 campioni su cui è stata effettuata l’analisi, ne risultano effettivamente positivi alla variante 57, pari al 27,9%. 

Le varianti, soprattutto quella inglese, che potrebbe essere più aggressiva, quanto a trasmissibilità, potrebbero portare tutta l'Italia in zona rossa nei festivi e nei prefestivi, come riferisce La Stampa, ma non è ancora chiara la direzione che prenderà il nuovo governo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento