Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

La luce di Bologna sarà high-tech: tre anni di lavori e risparmio energetico

Illuminazione più smart ed efficiente: nuova sicurezza, led, videosorveglianza, Bologna in tre anni sara la città telecontrollata più grande d'Italia, grazie un nuovo contratto con Enel Sole

L'ombra del Nettuno

Un'autentica rivoluzione, quella dell'illuminazione cittadina. Grazie al nuovo contratto di nove anni firmato dall'amministrazione con Enel Sole, Bologna diventerà "più smart e più efficiente" con 25 milioni di investimenti. per "interventi di manutenzione straordinaria, di riqualificazione energetica e di adeguamento normativo e tecnologico".

Le vecchie cabine di trasformazione (circa 300) saranno sostituite da nuovi circuiti di alimentazione e saranno sostituiti circa 900 chilometri di linee elettriche di alimentazione, per avere minori perdite di energia sulla rete e minori probabilità di guasti. In arrivo anche un sistema di telecontrollo punto a punto su circa 30.000 centri luminosi, per un totale di circa 19 milioni: "E' un passo avanti verso la smart city – spiega l'assessore ai lavori pubblici Riccardo Malagoli – Anche noi investiremo in nuove lampade, che ci permetteranno di risparmiare il 30%". Il Comune, infatti, stanzierà i restanti 6 milioni in questa direzione, con un risparmio tra i 420.000 e i 480.000 euro l'anno. Nell'accordo è prevista anche la gestione degli impianti semaforici e di quelli tecnologici a servizio del tunnel Ravone.

Soddisfatto il sindaco Virginio Merola: "E' un'importante soluzione per l'illuminazione della nostra città e un ingente investimento che arriva sul territorio, in un momento di difficoltà". La nuova illuminazione hi-tech non metterà in pericolo i 17 lavoratori oggi impegnati nel servizio.

Bologna, dal punto di vista dell’illuminazione, diventerà “la città telecontrollata più grande d’Italia e di certo tra le prime in Europa”, sottolinea Danilo Fucili di Enel Sole, oltre che “più bella, più sicura e più intelligente”.
Il nuovo sistema, infine, servirà anche ad aumentare l’utilizzo dell’illuminazione a led. Si comincerà da luoghi come i parchi, perchè la legge regionale di fatto ne vieta l’uso sulle strade

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La luce di Bologna sarà high-tech: tre anni di lavori e risparmio energetico

BolognaToday è in caricamento