Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Via dell'Industria

Furbetti all'esame di guida: trovato con kit di telecamere e microfoni

Organizzazione capillare per un trentenne, ma un rigonfiamento nella giacca lo ha tradito. E' il secondo episodio in pochi giorni

Un 33enne, identificato come cittadino bangladese, è stato denunciato dalla polizia per induzione in errore di pubblico ufficiale. E' successo l'altro giorno alla motorizzazione civile, durante un test per conseguire la patente di guida.

A chiamare la gli agenti è stato lo stesso esaminatore, che ha notato un rigonfiamento nella giacca dell'uomo, tenuta addosso al momento dell'esame. Portato in separata sede e fatto spogliare, l'uomo aveva attaccato a se con lo scotch una serie di dispositivi audio/video che, in concorso con altra persona rimasta ignota, permetteva di comunicare con l'esterno ed eventualmente ricevere suggerimenti per compilare le risposte. Dopo i dovuti accertamenti, è scattata la denuncia.

E' il secondo episodio di un tentativo di adulterazione della prova per la patente di guida. L'altro giorno un 33enne era stato sorpreso più o meno nelle medesime condizioni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furbetti all'esame di guida: trovato con kit di telecamere e microfoni

BolognaToday è in caricamento