Carrello stracolmo da 850 euro, ma ne pagano 44: tre nei guai all'Esselunga

Muniti di lettore elettronico per il codice a barre, avevano registrato solo alcuni prodotti acquistati

Triplice denuncia per un uomo e una donna italiani di 26 e 27 anni e per una cittadina bulgara di 28. E' accaduto venerdì 17 luglio al supermercato Esselunga di via Emilia Ponente. 

Muniti di lettore elettronico per il codice a barre, i tre avevano registrato solo alcuni prodotti acquistati, mentre il carrello era stato riempito fino all'orlo. Sono stati notati da un vigilante che li ha fermati e controllati per poli chiamare la Polizia. In effetti, a conti fatti, la somma da pagare alle casse sarebbe stata di 850 euro, una cifra di 20 volte superiore al "conto" che appariva sul lettore elettronico. L'uomo, già pregiudicato, e le due donne sono stati denunciati per tentato furto aggravato. 

Episodio simile e stessa denuncia per una 19enne incensurata: alla Coop di Piazza dei Martiri, sempre il 17 luglio, ha tentato di rubare creme per il corpo per 42 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +2723 contagi, 47 morti (25 a Bologna)

Torna su
BolognaToday è in caricamento