Guardia di Finanza: scoperti 653 evasori totali in regione

Il rapporto delle attività: denunciati in oltre 1300, da Piacenza a Rimini tasse non pagate per due miliardi di euro

653 evasori totali, 1316 denunce, 3937 verifiche. E' il bilancio della Guardia di Finanza dell'Emilia-Romagna nelle attività dell'ultimo anno. In tutto, tra dichiarazioni fraudolente e false fatturazioni su operazioni iesistenti, le Fiamme Gialle sono riuscite a scoprire un mancato versamento delle imposte che in totale, da Piacenza a Rimin, ammonta alla notevole cifra di due miliardi di euro.

VIDEO | Emergenza Covid-19, da marzo a Bologna 15mila controlli 

Ma il dato più forte è sicuramente quello delle persone che fino a pochi mesi fa risultavano completamente sconoscoiute al fisco: 653 soggetti, che in totale hanno evaso oltre 240 milioni di Iva.

I dati sono stati diffusi in occasione del 246/o anniversario della fondazione delle Fiamme Gialle. La cerimonia a Bologna è presieduta dal comandante regionale, generale di divisione Giuseppe Gerli.

L'Imposta siul valore aggiunto, ancora una volta, si dimostra la tassa più evasa in assoluto, con un mancato gettito in regione di circa 400 milioni di euro per le casse dello stato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Siglata nuova ordinanza. Riaperture negozi, corsi e lezioni di ginnastica a scuola: ecco cosa cambia

  • Giornata del Parkinson, le neurologhe: "Per combattere la malattia, tre tipi di terapie avanzate"

  • Dati Covid confortanti: l'Emilia-Romagna verso la zona gialla (ma non subito)

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento