Ex Cierrebi, l'assessora Orioli: "No del Comune al supermercato, ora progetti di qualità"

La risposta della vicesindaca durante il question time di oggi a Palazzo D'Accursio

Sul futuro dell'ex Cierrebi e sul progetto del supermercato al posto della piscina, il Comune di Bologna è stato chiaro: non si può fare. "Poiché le amministrazioni parlano attraverso i loro atti e per tre volte questa amministrazione ha espresso parere preventivo contrario ai progetti che la proprietà dell'ex Cierrebi ci ha proposto", chiude la pratica la vicesindaco e assessore all'Urbanistica, Valentina Orioli.

"Siamo in un contesto di intervento diretto, ci sono diritti e vincoli ben precisi quindi, seppure con tutte le limitazioni del caso, come sempre il nostro punto di vista, anche in occasione di questa proposta di nuovo rigettata, è stato orientato alla massima attenzione alla sostenibilità e alla qualità delle trasformazioni", assicura la vicesindaco, che ha risposto a una domanda d'attualità della capogruppo della Lega, Francesca Scarano durante il question time di oggi.

"Stiamo chiedendo qualità e siamo anche attenti a quello che chiedono i cittadini che si sono mobilitati attorno al Cierrebi", rivendica Orioli, indicando alla proprietà del centro sportivo (Bologna sport city, partecipata al 50% da Seci e dal Bologna Calcio) la via tracciata dal Comune per lo sviluppo di quella parte della città, inizialmente inserita tra le aree compensative che avrebbero dovuto finanziare il restyling del Dall'Ara. Ora, quell'operazione è sfumata, non, lo è però, il progetto di ristrutturazione dello stadio.

"Quello che noi auspichiamo ora, è che sia molto chiara la nostra posizione e di poter effettivamente lavorare allo sviluppo futuro di un progetto che vada in questa direzione: in una direzione, appunto, di qualità e di integrazione con l'intorno", detta Orioli.

"Naturalmente, quando si parla di integrazione con l'intorno, non si può non considerare anche il progetto dello stadio che sta iniziando ad avere una propria definizione anche rispetto all'iter e al percorso", conclude la numero due della giunta Merola. (Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento