Cronaca Via Cadriano

Sciopero nazionale della logistica: ancora blocchi ai cancelli della Granarolo

Poco dopo le 6, i manifestanti sono arrivati davanti ai cancelli della Granarolo e hanno dato il via a picchetti e blocchi. Domani si uniranno al corteo dei migranti

Foto Hobo

Sciopero generale della logistica indetto dal sindacato Si.Cobas. Braccia incrociate e presidio anche a Cadriano, davanti alla Granarolo, luogo ormai divenuto simbolo della lotta dei facchini. 

Poco dopo le 6 di questa mattina, i manifestanti sono arrivati davanti ai cancelli della Granarolo e hanno dato il via a picchetti e blocchi. Slogan di solidarietà e sostegno all'attivista del Laboratorio Crash, agli arresti domiciliari a seguito della mobilitazione davanti ai cancelli Ikea nel dicembre del 2012.

Alle 7 circa, sono arrivati a Cadriano anche reparti della celere che sta tentando di sgomberare i picchetti.

"Se Poletti ministro del Lavoro non riesce a risolvere il problema di 51 licenziati, come può risolvere quello di 2,5 milioni di disoccupati?", così i manifestanti sul nuovo incarico di governo al presidente di Legacoop che non avrebbe rispettato l’accordo sottoscritto con l'ex Prefetto di Bologna, ovvero il reintegro dei lavoratori licenziati.

INCONTRO CON IL PREFETTO. Il 25 febbraio i rappresentanti Si.Cobas avevano incontrato il prefetto di Bologna Ennio Mario Sodano, un confronto non andato a buon fine, così i lavoratori della logistica avevano annunciato una due giorni di mobilitazione. Quella di oggi, 28 febbraio, mentre, sabato 1° marzo, si uniranno al corteo indetto dal coordinamento migranti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero nazionale della logistica: ancora blocchi ai cancelli della Granarolo

BolognaToday è in caricamento