menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Forze dell'ordine al presidio dei facchini (foto pagina F.B. Hobo) - Sotto: carabinieri con spray

Forze dell'ordine al presidio dei facchini (foto pagina F.B. Hobo) - Sotto: carabinieri con spray

Protesta facchini in Granarolo: spiegamento di forze dell'ordine e linea dura per arginare i blocchi

Sarebbero volati cazzotti ed usato lo spray-urticante per arginare la protesta che va avanti ininterrotta. Presidio fisso davanti alla sede della Granarolo, camion bloccati. Solidarietà ai manifestanti dal web

Linea dura delle forze dell'ordine contro i facchini, ormai in presidio fisso davanti la sede della Granarolo in via Cadriano. I manifestanti chiedono "dignità e un salario onesto" e la loro battaglia va avanti da lunghi mesi ormai. "Ci spacchiamo la schiena per 700 euro e per assicurare le forniture ai supermercati e alle cooperative di questa si città che da sempre è governata da una certa sinistra. Dobbiamo pagare i nostri caporali", rivendicano a voce grossa. Insieme ai facchini, in lotta anche alcuni attivisti dei centri sociali, che in forma di solidarietà perorano la causa dei lavoratori 'sfruttati'.

Ieri nuovo blocco dei camion in arrivo alla Granarolo. Sono tornate sul posto le forze dell'ordine. Come già in passato, nuova tensione al picchetto (VIDEO). Per arginare la mobilitazione sarebbero volati cazzotti (VIDEO) e usato spray urticante (VIDEO) come raccontano i manifestanti. Dalla Procura la rivendicazione di aver agito con professionalità e pazienza vista la situazione di tensione che si sarebbe venuta a creare.

PROTESTA E SOLIDARIETA'. Tra picchetti fissi, blocchi dei camion, scontri con le forze dell'ordine, denunce e indagati. Sono mesi che vanno avanti le rimostranze. Dopo le ultime tensioni registrate ieri, tanta la solidarietà ai manifestanti.

Sul web si levano voci di sdegno contro l'operato delle forze dell'ordine e di vicinanza alla situazione dei lavoratori della logistica. Si sono susseguiti tweet come: "Dalla parte di chi lotta, sempre. Io sto con i #facchini, e boicotto #Granarolo'; "Dove sono @EnricoLetta e @matteorenzi mentre il loro modello di #sinistra manganella 51 #facchini ingiustamente licenziati alla #Granarolo?"; e si lege ancora: "Arresti, pestaggi, spray urticante: ecco la risposta della #Granarolo alle richieste dei #facchini di vedere rispettati #diritti e #dignità!". Qualcuno infine invita a sposare la causa dei facchini su larga scala: ""#boicottaGranarolo! Parlane con amici/parenti/sconosciuti, supporta la lotta dei #facchini. Contro lo sfruttamento, per la #dignità".

IMMAGINI DA LUNGHI MESI DI BATTAGLIE:

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento