Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Primo voto al Senato, Favia: "Io avrei votato Grasso. Non scheda bianca"

Il commento dell'ex grillino Giovanni Favia dopo la prima votazione al Senato. I commenti di Adele Gambaro: "Scelta difficile votare scheda bianca"

"Il movimento 5 stelle al Senato si è diviso alla prima votazione. Io tra Schifani e Grasso avrei votato Grasso senza esitazione. Fare scheda bianca significava dare il voto a Schifani. Voi cosa avreste fatto?". Questo il commento su Facebook dell'ex 'grillino' Giovanni Favia, poi candidato alle elezioni con Ingroia. "Qualcuno - aggiunge Favia - aveva chiesto anche una consultazione volante online con la base. Dimenticando però che il gruppo al Senato non ha a disposizione alcun portale di voto".

LA GRILLINA ADELE GAMBARO HA VOTATO SCHEDA BIANCA. Ha votato scheda bianca, ma è stata una scelta difficile, tra emozioni e lacrime. E' il racconto della senatrice 'grillina' Adele Gambaro, comunque "contenta che Schifani non sia il Presidente del Senato". "E' stata la giornata più difficile della mia vita", ha scritto la Gambaro, descrivendo le quasi tre ore di vertice interno al gruppo prima della votazione per il ballottaggio tra Grasso e Schifani: "In quelle tre ore abbiamo visto sfilare sotto i nostri occhi tutta la storia del nostro movimento: le nostre battaglie contro un potere colluso, il bisogno di restare integri nelle nostre convinzioni, il bisogno di fermarci un attimo per sentirvi".

NON CI ALLEIAMO CON NESSUNO. In quella sala, ha proseguito, "avevamo solo tre ore, soli con le nostre coscienze, le nostre emozioni e le nostre lacrime". Comunque, "attenendomi alla scelta maggioritaria del gruppo, ho votato scheda bianca", pur riconoscendo che "all'interno del nostro gruppo c'erano contestazioni su Grasso e unanimità sul non volere Schifani". In ogni caso, ha chiarito Gambaro, "non ci alleiamo con nessuno e non siamo interessati alle poltrone", tanto che "alcuni cittadini eletti stanno postando le loro dimissioni se la base lo riterrà opportuno". E, ha concluso, "oggi mentre gli altri facevano strategie noi piangevamo sulle nostre responsabilità".

ELISA BULGARELLI RACCONTA IL VOTO SU FB. Io, tanto intransigente e incazzosa, quando è stato eletto Grasso ho tirato un sospiro di sollievo e dentro di me ho infinitamente ringraziato chi mi ha permesso di rimanere fedele ai miei principi, ma non ha permesso a 'Schifano' di essere eletto presidente del Senato". E' la riflessione notturna, affidata a Facebook, di Elisa Bulgarelli, senatrice 'grillina' dell'Emilia-Romagna che sembra far intendere di aver votato scheda bianca, ma col timore che vincesse l'ex presidente del Senato in quota Pdl.

In un altro post, infatti, Bulgarelli, ripercorrendo la giornata di sabato, racconta a proposito della riunione pomeridiana prima del voto di ballottaggio: "Si è aperto un dilemma infinito: rimanere fedeli alla nostra scelta di votare il nostro candidato e quindi non votare nessun altro o votare per il meno peggio". E' stato, racconta, "un confronto accesso e travagliato che sembrava aver portato a una decisione unica e condivisa" e "alla fine per rispetto delle persone, al momento di rientrare in aula, si è invece deciso di lasciare libertà di scelta ad ognuno di noi". Tanto da aggiungere in mattinata a proposito della richiesta di dimissioni: "Qui son tutti diventati proprietari del movimento e quindi in grado di indicare chi si deve dimettere. Anche io ho votato M5S e quindi in qualità di 'comproprietario' dico che mi fa piacere aver votato persone che hanno una coscienza. Se a voi non sta bene, fate critiche costruttive e razionali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primo voto al Senato, Favia: "Io avrei votato Grasso. Non scheda bianca"

BolognaToday è in caricamento