Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Vietato agli 'umani': FBSOCIALPET, prima e unica community solo per animali

Gli "umani" possono creare il profilo del proprio animale, o più di uno, ma ' l'animale che 'parla'. Il progetto già tradotto in inglese è pronto per il lancio nel resto del mondo. A colloquio con la moderatrice Chiara Mengoli

Un social riservato ai "non umani". E' FBSOCIALPET, la prima e unica comunità solo per animali nata da un'idea di un medico veterinario e dal suo team. Gli "umani" possono iscriversi, con una mail specifica oppure col proprio account facebook, creare il profilo del proprio animale (o più di uno). Sarà poi l'utente a scegliere con quale animale loggarsi e di conseguenza quale animale ... far parlare.

A colloquio con Chiara Mengoli, budriese, moderatrice di Fbsocialpet. "Da sempre ho amato moltissimo gli animali, e da tanti anni ormai lavoro con loro e per loro: sono infatti una pet sitter professionista e una operatrice cinofila presso il canile del mio paese, sono inoltre volontaria da 17 anni presso il centro recupero fauna selvatica della LIPU di Bologna. In questi ultimi anni ho intrapreso una serie di progetti nelle scuole (di solito materne ed elementari) per fare conoscere ai bambini gli animali ed il loro linguaggio; sono sempre stata convinta infatti che, se si è in grado di capire ed interpretare il linguaggio degli animali, la convivenza con essi sia sempre più facile, appagante e soprattutto serena, per entrambe le parti; insomma, l'idea che "gli animali parlano" è sempre stata presente nella mia mente, ed è per questo che quando ho conosciuto FBSOCIALPET me ne sono subito innamorata".

Io per esempio, ho iscritto gran parte dei miei animali: 2 cani (Rocco e Luna), 2 conigli (Cleopatra e Pimpinella), 1 asinella (Elsa)... Oltre a questo, ho avuto l'onore di essere nominata moderatrice del social; il ruolo da un lato è abbastanza semplice, ma dall'altro è anche molto impegnativo, perchè richiede comunque una certa preparazione e una certa disponibilità ad essere presenti e attivi; un moderatore infatti deve mantenere vivo il social, creando spunti di discussione sempre nuovi ed attuali, inoltre deve porre attenzione a ciò che gli altri utenti scrivono, evitando così interventi sconvenienti, maleducati, polemiche inutili ed infruttuose ecc. A ogni moderatore è assegnata una sezione del social: io per esempio mi occupo della parte che riguarda i volatili, esotici ma soprattutto quelli autoctoni, ed in generale amo parlare degli animali selvatici, creando delle piccole schede con qualche "dettaglio tecnico" ma anche tante curiosità, per stimolare le persone a porre attenzione non solo su cani e gatti, che conosciamo ormai tanto bene, ma anche sugli animali selvatici delle nostre zone.

Di chi è stata l'idea e perchè questa esigenza? "L'idea è nata da un Medico Veterinario di Mendrisio, Simone Srefanini, e dal suo team; il dottore, presente su facebook con un proprio profilo, ha notato che i suoi interventi sugli animali erano fin troppo contaminati da una serie di interferenze: argomentazioni stupide e superficiali, non attribuibili al mondo degli animali, a cui egli invece voleva dare uno spazio esclusivo; e così, all'inizio del 2013, è nato questo progetto; un facebook per animali, con l'obiettivo di dare loro una voce diretta e disinteressata.socialpet-2
Questa idea ha riscosso molto successo, tanto che ogni giorno ci sono svariate iscrizioni; il progetto è anche già stato tradotto quasi interamente in inglese, per il lancio dell'idea nel resto del mondo. Attualmente lo staff online è composto da otto persone, tutti volontari, più il Dottor Stefanini stesso, che risponde agli utenti, su questioni prettamente medico-veterinarie, in prima persona e gratuitamente sulla sua bacheca.

Cosa pubblicano gli iscritti? "I post degli utenti sono i più svariati: vignette simpatiche, articoli seri e professionali, molte domande su come gestire e trattare al meglio i propri pets; insomma, non è un semplice social network, ma anche un vero e proprio forum, dove confrontarsi con molteplici argomentazioni, tutte incentrate sugli animali e sul loro benessere.
Per quanto riguarda le adozioni, abbiamo una sezione apposita, molto seguita e molto ben organizzata da Martina, la moderatrice responsabile di tale sezione: è lei infatti a mettere gli appelli e ad aggiornarli; gli appelli sono divisi per regioni, e vengono tenuti nella sezione per tre mesi; se l'animale viene adottato, l'appello viene aggiornato e spostato nella pagina apposita; se dopo tre mesi non si hanno notizie, Martina contatta i diretti interessati e chiede un aggiornamento, provvedendo ovviamente subito dopo a comunicarlo online; la sezione è partita da poco, ma c'è già un buon numero di adottati, e questo rende felici tutti noi del team, perchè tutti noi abbiamo lo stesso desiderio: aiutare quanti più animali possibili!

Avete rapporti con i canili/gattili delle varie zone? "Collaboriamo con Angels for Animals in Svizzera, e con altre Associazioni locali; sono proprio loro a comunicarci gli appelli; altri appelli invece provengono direttamente dalla rete; conosco Martina, è una ragazza di grande cuore e di grande forza di volontà, e cerca sempre di dare visibilità a quanti più appelli possibile!

Tra gli iscritti solo animali domestici o c'è qualche animale meno "consueto"? "E' aperto a tutti i tipi di animali; quindi non ci sono solo i classici cani, gatti e/o conigli, ma anche rettili, anfibi e...chi più ne ha più ne metta! Gli animali non sono razzisti, e sono sempre solidali e collaborativi tra loro, ciascuno sempre nel rispetto degli altri... Il nostro social è ispirato a loro, sono loro che hanno la parola e lo spirito di iniziativa, noi ci limitiamo a seguirli... quindi siamo sempre pronti per dare il benvenuto a nuovi iscritti... di qualsiasi specie si tratti!"

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vietato agli 'umani': FBSOCIALPET, prima e unica community solo per animali

BolognaToday è in caricamento