rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Meteo e inverno mite, agricoltori in allarme: 'Frutteti in fiore, paura gelate'

Le temperature primaverili delle ultime settimane hanno scatenato il risveglio vegetativo: "Una gelata può rovinare tutto"

Il clima mite di questo inverno in Emilia-Romagna ha già fatto risvegliare alcuni alberi da frutto, come l'albicocco. Una notizia tutt'altro che positiva, perché il possibile ritorno del freddo o del gelo nella fase di piena fioritura (come accaduto l'anno scorso) potrebbe danneggiare il raccolto 2019.

A lanciare l'allarme è Confagricoltura Emilia-Romagna, che chiede di rilanciare la ricerca pubblica in ambito frutticolo, per studiare nuove varietà in grado di ritardare la fioritura. "Il cambiamento climatico ci spinge ancora di più a investire in ricerca e sperimentazione- afferma l'associazione di categoria- a sostegno di un comparto che eccelle per qualità se paragonato a quello degli altri Paesi competitor".

La colture frutticole si estendono in Emilia-Romagna su un superficie di 110mila ettari circa, di cui 50mila coltivati a vite. "Occorre ottenere varietà adatte alle nostre condizioni pedoclimatiche e al meteo in continuo cambiamento", insiste Confagricoltura.

Intanto, a Sant'Agata bolognese è stato presentato ieri il nuovo centro di ricerca e sviluppo sulle specie orticole della Basf, la multinazionale della chimica e dell'agroindustria, alla presenza del sindaco Giuseppe Vicinelli e del presidente della Regione, Stefano Bonaccini. Il centro impiega 80 collaboratori, di cui oltre 40 in ricerca e sviluppo, e ha una struttura tecnologica all'avanguardia composta da 13 ettari di cui tre adibiti a serre, un innovativo laboratorio di fitopatologia che svolge le analisi sui diversi patogeni e oltre a 3.000 metri quadrati di uffici. Già oggi il sito di Sant'Agata è considerato come uno dei centri di ricerca più importanti al mondo per le specie orticole, in particolare peperone, anguria, lattuga e pomodoro. Il gruppo Basf impiega 1.400 persone in Italia, di cui 450 in Emilia-Romagna tra Pontecchio Marconi, Sant'Agata e Lugo. (San/ Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meteo e inverno mite, agricoltori in allarme: 'Frutteti in fiore, paura gelate'

BolognaToday è in caricamento