Linea Porrettana, fine lavori sui binari: "Si torna alla normalità, treni più puntuali e senza cancellazioni improvvise"

Oggi si è tenuto l'incontro voluto dalla Regione con Trenitalia-Tper e Rfi

Dopo le ripetute segnalazioni degli utenti pendolari, oggi si è tenuto l'incontro voluto dalla Regione, nella persona dell'assessore ai trasporti Andrea Corsini, con Trenitalia-Tper e Rfi.

Dall’inizio della prossima settimana, la linea ferroviaria Porrettana "tornerà alla normalità garantendo treni più puntuali e senza cancellazioni improvvise". Questo quanto comunicato da Trenitalia-Tper e Rfi, dopo i disservizi degli ultimi mesi. 

In questo fine settimana si concluderanno i lavori realizzati da Rfi per la sostituzione della massicciata e altri interventi sui binari. Inoltre, si starebbero risolvendo alcuni problemi legati all’introduzione dei treni Pop.

Ferrovia Porrettana, pendolari esasperati: "95% di non puntualità, costretti a usare l'auto" 

“Confidiamo che da lunedì prossimo i disagi per i pendolari finiscano e che la linea Porrettana riprenda la sua normale funzionalità- sottolinea l’assessore regionale ai Trasporti, Andrea Corsini-. Intanto applicheremo le sanzioni previste dal contratto di servizio e continueremo a monitorare in modo costante la situazione. Inoltre, abbiamo chiesto una informazione ai viaggiatori più tempestiva e puntuale, perché i ritardi o le cancellazioni se sono straordinarie, motivate e inevitabili, possono anche esserci, ma è assolutamente necessario che gli utenti siano aggiornati in tempo reale sulla situazione del loro treno”.

Rfi ha evidenziato anche alcune criticità che riguardano da una parte la delicatezza della linea a binario unico e dall’altro i comportamenti delle persone che, nonostante sia stato realizzato il sotto-passo pedonale in località Borgonuovo nel Comune di Sasso Marconi, continuano ad attraversare a piedi i binari costringendo i treni a rallentare a marcia a vista con conseguenti ritardi, azioni peraltro già segnalate alle Forze dell’ordine. 

Ieri, 5 novembre, Rete Ferroviaria Italiana aveva specificato che la Porrettana, rispetto ad altre linee, è oggetto di interventi di manutenzione più frequenti per le caratteristiche idrogeologiche del terreno e per la conformazione del tracciato che ne accelerano l’usura: "Tutti gli interventi hanno l’obiettivo di mantenere alti i livelli di sicurezza e migliorare la regolarità del traffico. Il 7 ottobre - si spiega - RFI ha avviato lavori di rinnovo della massicciata ferroviaria  - fra Sasso Marconi e Casalecchio e fra Pioppe di Salvaro e Vergato – che si concluderanno il 10 novembre. Per non interferire con il traffico ferroviario, i cantieri sono operativi la notte e vengono sospesi durante il giorno. Sia ieri che oggi, durante il rientro dei mezzi d’opera a fine attività, si sono verificati problemi che hanno ritardato la riattivazione della circolazione dei treni sulla linea. Immediata è stata la comunicazione da parte dell’impresa di trasporto al comitato pendolari e alle istituzioni". 

Rfi specifica che sono stati investiti 5 milioni di euro investiti nel solo 2020, sia per il rinnovo del parco treni - a oggi oltre l’85% del servizio sarebbe svolto con treni di ultimissima generazione, acquistati dall’impresa grazie al contratto di servizio siglato con Regione Emilia Romagna. 

·

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Bologna usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Stato di crisi: "Non c'è mobilità, non ci sono i ristori": in autostrada i distributori chiudono

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento