25 aprile al Pratello, continua la trattativa. Lepore: 'Qualcuno cerca strappo'

Mentre gli organizzatori mandano una controproposta per evitare il forfait, l'assessore Lepore punta il dito contro chi cerca di accostare lo scontro tra Comune e Comitato alla lotta per difendere il centro sociale sotto sfratto Xm24

"Il comitato Pratello R'esiste venerdì scorso ha inviato una controproposta alle condizioni poste dall'amministrazione del quartiere. Se queste condizioni verranno accolte la nostra bellissima festa si farà eccome!"

Questa è la risposta del Comitato Pratello R'Esiste, che annualmente organizza la oramai consueta Festa della Liberazione al Pratello, ai 'desiderata' del Comune di Bologna, condizioni richieste agli organizzatori della festa per riuscire a patrocinare l'evento e a garantire le norme di sicurezza e vivibilità necessarie. Requisiti considerati eccessivi e insostenibili dagli organizzatori, che si vedrebbero incaricati, oltre che di gestire la chiusura dei bar alle 22, anche della sottoscrizione di un'assicurazione per l'uso di Piazza San Francesco.

Su questo ultimo punto, così come per altri, è stato lo stesso Comune a tendere la mano al Comitato, ma restano altri nodi, non ultimo quello dell'orario di termine dell'evento.

Va quindi avanti il confronto tra le parti, e nulla è ancora deciso. Anche il Comitato antidegrado 'Al Crusel' si è espresso, chiedendo invece agli amministratori di non cedere dinanzi ai 'paletti' del decoro e della sicurezza, definendo lo stesso evento 'un'occasione per una sbornia collettiva'.

Intanto, per il 25 aprile non c'è in cantiere solo questo. Come negli ultimi anni, infatti, per la stessa giornata si prevede anche un corteo antifascista: se ne parlerà stasera con un'ulteriore assemblea in un locale proprio del Pratello -dove in passato la manifestazione e' andata solitamente a concludersi-, cosi' come comunica un appello firmato "Realtà antifasciste di Bologna e della regione".

Ma il fronte aperto con il Comitato organizzatore non è il solo, per Lepore. "Dobbiamo garantire a tutti che le iniziative del 25 aprile riguardino quello, non vengano utilizzate per fare altro" ha avvisato l'asessore, interpellato questa mattina da Radio Citta' del Capo. Lepore chiarisce il suo sospetto: qualcuno a suo avviso vuole utilizzare la festa del Pratello per fare campagna a favore dell'Xm24, centro sociale sotto sfratto da parte dell'amministrazione comunale.

"Comincio a pensare che qualcuno voglia utilizzare questa occasione per portare avanti altri temi. E' una cosa che mi dispiace e non fa onore a chi ci ha dato il 25 aprile. A volte strappare la memoria in altre direzioni credo sia irrispettoso". Ed e' a questo punto che l'assessore cita il caso Xm24, smentendo però qualsiasi intenzione dell'amministrazione riguardo a veti o censure.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mezza Italia (Emilia Romagna compresa) verso il 'giallo'. Bonaccini: "Per Natale soluzioni che evitino il tana libera tutti"

  • Divieto spostamenti Natale, Bonaccini: "Rischia di isolare chi vive in un piccolo comune"

  • Il Covid fa la sua prima vittima fra i sanitari del S.Orsola: morto a 59 anni l'infermiere Sergio Bonazzi

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Covid, a Natale tutte le regioni in zona gialla? Bonaccini: "Aprire anche bar e ristoranti"

  • Dad e rendimento scolastico, il prof del Fermi: "E' dura, ma i vincenti trovano la via e non le scuse"

Torna su
BolognaToday è in caricamento