rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022

Tutto il Palazzo-Bologna 2156: ritorno a Basket City, in streaming fino al 3 maggio

Il film sulla storia del PalaDozza gratuitamente su Vimeo

È una Bologna in cui le autorità proibiscono agli abitanti di una città ormai semi-deserta e decadente ogni emozione collettiva, contatto fisico, sentimento. Tutte le passioni sono bandite come fuorilegge dalla società: amore, amicizia, sport, musica, cibo, politica. È il futuro, che un po' assomiglia però anche al presente, del 2156 come immaginato e raccontato in "Tutto il Palazzo-Bologna 2156: ritorno a Basket City", il film sulla storia del PalaDozza (il palazzo dello sport di Bologna) che da oggi a domenica 3 maggio è disponibile in visione gratuita (in streaming al link).

"Rivederlo in questi giorni di lockdown, quando forte è la nostalgia di un luogo fortemente simbolico di vicinanza e condivisione di passioni, è ancor più significativo in virtù della trama", dicono gli autori che hanno appunto ambientato la vicenda in un distopico futuro di crisi energetica planetaria, in cui le autorità proibiscono ogni forma di emozione collettiva, contatto fisico, sentimento.

Il PalaDozza, 'catino' abituato a riempirsi di passioni ed emozioni, nel film è ormai un rudere abbandonato in zona off limits, ma due strampalati scienziati, impegnati a realizzare un folle esperimento per ridare vita ed energia al pianeta, conducono segretamente una comitiva di turisti alla scoperta di quel posto, raccontandone la storia. E così "Tutto il Palazzo" di Emilio Marrese e Paolo Muran, realizzato nel 2018 con il sostegno di Emilia-Romagna film commission, Bologna Welcome e Comune di Bologna, ripercorre l'eccitante vita del palasport bolognese di piazza Azzarita in modo divertente e originale con Vito, Bob Messini e Orfeo Orlando.

"Tutto il palazzo" Una storia fatta di grandi eventi sportivi (soprattutto basket ma anche boxe, tennis, volley, scherma, ginnastica, pattinaggio), spettacoli teatrali e musicali, esibizioni circensi, raduni politici e religiosi. Immagini d'archivio preziose e inedite ricostruiscono la vita del cosiddetto Piccolo Madison attraverso i momenti chiave, legati soprattutto ai successi e ai derby di Virtus e Fortitudo, e ai protagonisti: oltre ai campioni di pallacanestro, si vedono anche Roberto Benigni, Luciano Pavarotti, Lucio Dalla, Francesco Guccini, Bruce Springsteen, Vittorio Gassman, Nino Benvenuti, Francesco Cavicchi, Dante Cane', John McEnroe, Bjorn Borg, Rod Laver, Adriano Panatta, Nicola Pietrangeli e tanti altri personaggi che hanno regalato momenti unici ai bolognesi. (Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Tutto il Palazzo-Bologna 2156: ritorno a Basket City, in streaming fino al 3 maggio

BolognaToday è in caricamento