'Bravata' a luci rosse: film porno sullo schermo di Piazza Maggiore, intervengono i carabinieri

E' successo ieri notte quando un guppo di ventenni ha pensato di utilizzare il maxi-schermo per una proiezione hard

Lo spettacolare maxi-schermo di Piazza Maggiore, quello sul quale ogni sera vengono proiettate le pellicole scelte dalla Cineteca per la rassegna "Sotto le stelle del cinema", a un certo punto ha iniziato a mostrare le immagini hard di un film porno. Inizialmente si era pensato fosse accaduto durante la serata, ma come spiegano i Carabinieri l'episodio è avvenuto di notte, quando la platea aveva ormai svuotato il Crescentone dopo il film di Tarkovskij. 

Donna agitata ferma la pattuglia: fuggita da Piazza Maggiore dopo aver visto i fotogrammi a luci rosse

I Carabinieri ricostruiscono l'accaduto raccontando che: "Questa notte, intorno alle ore 02.10, una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Bologna, impegnata in un controllo del territorio in via IV Novembre, è stata fermata da un’anziana bolognese in evidente stato di agitazione che riferiva di essere fuggita da Piazza Maggiore perché sul maxi schermo installato in occasione della XXVI edizione di “Sotto le Stelle del Cinema”, stavano proiettando un film pornografico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Carabinieri subito sul posto: il racconto della donna era vero

Increduli alla notizia, i militari si sono diretti velocemente nella vicina piazza e quando sono arrivati, hanno potuto verificare l’attendibilità dell’informazione, notando che qualcuno stava proiettando un film pornografico sul maxi schermo. La proiezione è stata immediatamente interrotta dai Carabinieri che hanno sorpreso il responsabile, un ventiquattrenne italiano, in compagnia di una decina di amici, seduti in fondo alla fila di sedie e impegnati nella visione del film hard che lo stesso stava proiettando col suo pc portatile. Il giovane che ha ammesso le sue responsabilità, dovrà rispondere ai sensi dell’Art. 68 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (TULPS) e dell’Art. 726 del Codice penale: Atti contrari alla pubblica decenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm | Scuole, locali, palestre & co: ecco le nuove misure approvate

  • Coronavirus Emilia-Romagna: +544 nuovi casi, boom a Bologna

  • Test sierologici gratuiti e rapidi, ecco l'elenco delle farmacie aderenti a Bologna e provincia

  • Bar e ristoranti, nuova ordinanza: fissato il termine di chiusure e riaperture

  • Incidente e incendio in A1: scontro tra camion e un morto, autostrada chiusa per quattro ore

  • Bollettino covid Regione: +453. A Bologna 69 nuovi casi: "Oltre la metà da focolai isolati"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BolognaToday è in caricamento