Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

La finanza sequestra finte associazioni culturali: erano dei locali, ma godevano di agevolazioni

Ricavi per oltre un milione di euro e agevolazioni fiscali risultate irregolari: dopo diverse chiusure ora è scattato il sequestro per i locali "Trapanino"

Sequestrati quattro locali mascherati da associazioni culturali e ricreative fra Granarolo e Bologna, che avevano già avuto delle sanzioni: giro di denaro per un milione di euro. Si spacciavano per associazioni culturali o ricreative, ma in realta' erano a tutti gli effetti locali in cui venivano organizzati spettacoli ed eventi musicali. L'operazione "Tricky club" della Guardia di finanza di Bologna ne ha individuati cinque tra il capoluogo e Granarolo dell'Emilia.

TUTTO PER UN REGIME FISCALE AGEVOLATO. L'espediente ha consentito di avvalersi indebitamente del regime fiscale agevolato previsto dalla normativa tributaria per tale tipologia di operatori occultando al fisco, in questo modo, ricavi per oltre un milione di euro. Nel corso dei controlli, condotti dai finanzieri del II Gruppo, è emerso che le "associazioni" intrattenevano rapporti con altri soggetti economici, secondo modalita' tipiche dell'impresa commerciale, a dispetto della natura ricreativa e culturale dichiarata.

CINQUE FINTE ASSOCIAZIONI CULTURALI. In un caso, grazie agli accertamenti patrimoniali e bancari svolti anche mediante l'utilizzo delle indagini finanziarie, e' stato possibile ricondurre cinque "finte associazioni" attive nel settore dell'intrattenimento musicale ("Trapanino Club", "New Trapanino", "Trapanino Jazz Club", "Circolo Trapanino" e "Trapanino Garden") ad un unico titolare, G.P., il quale - allo scopo di escluderne la commercialita' - simulava prestazioni rese ai "soci" mentre in realta' svolgeva, a tutti gli effetti, attivita' d'impresa.

A confermare i sospetti dei militari sono state anche le risposte ricevute dai presunti associati, tra i quali figuravano, peraltro, anche 17 lavoratori "in nero" impiegati nelle stesse fittizie associazioni in qualita' di baristi, camerieri, cassiere e ballerine. Al termine dell'operazione sono stati denunciati cinque presidenti di finte associazioni e sono stati sottoposti a sequestro preventivo quattro locali (oltre al "Trapanino Club", anche il "Penthouse", il "Circolo Passaparola", "l'American Club"), in quanto sprovvisti delle autorizzazioni, ai fini di pubblica sicurezza, per lo svolgimento di attivita' di spettacolo ed intrattenimento aperte al pubblico.

(Fonte Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La finanza sequestra finte associazioni culturali: erano dei locali, ma godevano di agevolazioni

BolognaToday è in caricamento