rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

Si fingeva ginecologo per avere foto osé: "Troppa eco mediatica, spostate il processo"

La richiesta di remissione del processo per "legittimo sospetto" è stata avanzata dal legale dell'imputato 34enne, finito alla sbarra per molestie sessuali e sostituzione di persona

E' accusato di essersi spacciato per un medico specializzato in ginecologia, per poi ottenere da alcune ragazze foto delle loro parti intime. Ma ora, adducendo motivi di una eco mediatica troppo forte sui fatti contestatigli, chiede di spostare il processo.

Il caso è quello di S.U., cittadino italiano 34enne proveniente dal hinterland napoletano, in questo momento a giudizio presso il Tribunale di Bologna. Secondo la difesa l'uomo, essendo rimasto sovraesposto dalla stampa locale per la vicenda, rischia di essere vittima di un pregiudizio da parte dei collegi giudicanti dell'intero distretto emiliano-romagnolo, e per questo chiede di spostare il giudizio in altra sede.

Il suo legale, Damiano Cosimo Pantaleo, ha presentato la richiesta ai giudici collegiali, richiesta che ora dovrà essere vagliata dalla Cassazione. Sull'imputato pendono accuse di violenza sessuale aggravata, molestie, e sostituzione di persona. Del pari, il Pm Marco Forte ha chiesto al tribunale la trasmissione degli atti all'ordine degli avvocati, per valutare un eventuale abuso del diritto di difesa.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fingeva ginecologo per avere foto osé: "Troppa eco mediatica, spostate il processo"

BolognaToday è in caricamento