Uno studente lascia un mazzo di fiori davanti al cinema: "È la morte della cultura"

Il gesto simbolico di uno studente universitario per chiedere un intervento del governo dopo le chiusure dei luoghi della cultura

Foto Cinema Odeon

"Sono Emanuele, studente universitario del Dams, sono dispiaciuto e amareggiato per la chiusura di cinema e teatri, la ritengo una vera e propria 'morte della cultura', oltre al bisogno lavorativo delle persone che viene trascurato".

Sono le parole che si leggono in una lettera che accompagna un mazzo di fiori, con un nastro nero, posati davanti al cinema Odeon di via Mascarella per dare un segnale al governo dopo le chiusure dell'ultimo Dpcm.

"Propongo un gesto pacifico - continua la lettera – posate un fiore, una lettera, un oggetto significativo davanti ai luoghi di aggregazione culturale per simboleggiarne la morte che questa chiusura sta provocando. La cultura fa parte di noi, delle persone che siamo oggi e che saremo in futuro".

122956598_4651417124928333_3966693057946120890_o

E rivolge un invito a fare lo stesso, immaginando che possa così arrivare un messaggio forte al governo. "Mi rivolgo a tutte le persone che tengono alla cultura – conclude – condividete questo piccolo gesto, potrebbe riscuotere visibilità e quindi una svolta concreta da parte del governo".

"Il gesto di Emanuele, sincero, commovente e così delicato! Ieri sera – scrive il cinema Odeon – abbiamo avuto l'onore di raccogliere all'ingresso del Cinema Odeon questo grande regalo. Un mazzo di fiori che per noi è diventata una vera e propria fiaccola di speranza. Una lettera – si legge – che racconta tutto il disagio e la preoccupazione di un giovane per il presente e per il futuro. Emanuele rappresenta tutto l'amore per la cultura e tutti quelli che la amano! Cosa ci sentiamo di dirvi? Condividete, condividete, condividete".

Potrebbe interessarti anche:

Sierologici gratis in farmacia anche per il personale scolastico

Primo giorno di chiusura alle 18 per bar e ristoranti: "Ci vorrebbe più elasticità" / VIDEO 

Bollettino Covid, +1.413 casi in regione e 15 morti. Salgono i ricoveri

Bar rimasto aperto dopo le 18: "Mi hanno multato? Ma qui stiamo lavorando" | VIDEO

Flash mob contro il mini-lockdown: "Spesi fino a 6mila euro per la sicurezza e ora si chiude?" |VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento