rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca San Donato / Via Antonio Gandusio

La sua firma siglata con un coltello sulle auto in sosta: ingegnere nei guai

Risponderà di danneggiamento, ma anche di lesioni a pubblico ufficiale, perchè una volta fermato dalla polizia, avrebbe dato in escandescenza picchiando 4 agenti

Il suo nome e cognome, preceduti da tanto di titolo di studio, siglati con la punta di un coltello su tre auto. A lasciare la propria firma sui veicoli in sosta, lungo via Gandusio, è stato un 27enne leccese, incensurato, che è stato sorpreso sul fatto questa notte dalla polizia e tratto in arresto.

Da quanto si apprende, un passante ha notato il soggetto che, coltellino alla mano, trafficava intorno ad alcune automobili. E' stata così allertata la polizia, che in breve è giunta sul posto, dove ha sorpreso il giovane all'opera. Su ben tre macchine, il 27enne aveva scritto con la lama del coltello il proprio nome e cognome (reali) preceduti dal suo titolo di studio, "ingegnere". Una sorta di biglietto da visita indelebile. 

Alla vista degli agenti, l'ingegnere avrebbe dato in escandescenza, scagliandosi contro i poliziotti e colpendoli al volto e alle gambe. Quattro gli agenti finiti in ospedale, che hanno rimediato da 3 a 10 giorni di prognosi per le lesioni riportate. 

Il giovane non avrebbe dato spiegazioni sulle motivazioni del gesto, nè è risultato essere sotto effetto dei fumi dell'alcol. Fatto sta che la trovata gli ha fruttata l'arresto per danneggiamento aggravato e lesioni a pubblico ufficiale e una denuncia per porto di armi o oggetti atti ad offendere. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sua firma siglata con un coltello sulle auto in sosta: ingegnere nei guai

BolognaToday è in caricamento