menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Focolai logistica, sindacati: "Bene i tamponi, ora indagare sulle condizioni di vita dei lavoratori"

"Grande fragilità di queste lavoratrici e di questi lavoratori, spesso migranti"

Per i sindacati confederali, Cgil, Cils e Uil, la scelta di effettuari i tamponi per fermare i focolai, che si concentrano nel settore della logistica, e  trasferire i positivi in strutture ad hoc, rappresenta un buon equilibrio 2ma ora serve un focus sulle condizioni di vita, spesso di grande fragilità, di questi lavoratori". 

Dopo i casi da Bartolini e Tnt, infatti, negli ultimi giorno i sindacati di base hanno denunciato un caso di covid alla Mmp dell'Interporto, poi confermato dall'azienda. 

Come da ultima ordinanza regionale per fermare i focolai in alcuni settori produttivi del territorio, si preferirà l’uso dei tamponi ai test sierologici."Questi ultimi avrebbero creato un problema di copertura salariale per le lavoratrici e i per i lavoratori interessati, mentre con il tampone, in caso di positività, è previsto l’isolamento, che viene considerato come un periodo di malattia". 

Coronavirus, nuova ordinanza della Regione: tamponi ad arrivi extra Ue e settore logistica 

Cgil, Cils e Uil appoggiano la misura di prevenzione "soprattutto perché interviene in settori che presentano processi produttivi frammentati e con rapporti e condizioni di lavoro fragili. Per questo motivo è fondamentale garantire tutte le misure di sicurezza, sia dal punto di vista del rapporto di lavoro che da quello delle condizioni sociali. Proprio in questa direzione si muove un altro importante intervento contenuto nell’ordinanza, cioè la scelta di trasferire chi ha contratto il virus in una struttura specifica, qualora la sua abitazione non presentasse le condizioni idonee alla cura".

Ci si chiede infatti perchè la logistica: "Resta ora da indagare e approfondire con determinatezza la condizioni di vita di grande fragilità di queste lavoratrici e di questi lavoratori, spesso migranti - aggiugono i confederali - per arginare il prima possibile un fenomeno di fronte al quale l’Emilia-Romagna non può ritenersi immune". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Oggi è il Blue Monday: il giorno più triste dell'anno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento