Contagi alla scuola Direttissima Castiglione: ritorno sui banchi, ma non per tutti

C'è chi stamattina è rientrato in classe, mentre una parte degli alunni dell'istituto continuerà con la didattica a distanza, in attesa del secondo tampone

La comunicazione è arrivata ieri  nel tardo pomeriggio di ieri e da questa mattina, parte degli alunni della scuola Caduti della Direttissima sono rientrati in classe. L'istituto, che aveva registrato un focolaio covid al suo interno, era infatti stato chiuso.

Ad annunciare le nuove disposizioni il sindaco di Castiglione, Maurizio Fabbri: "Dopo i test di venerdì, che hanno dato un esito molto positivo, la dirigenza scolastica  dispone didattica in presenza e indicazioni dell'Ausl in seguito agli esami diagnostici".

O meglio, se alcune classi sono potute rientrate, 6 restano ancora a casa per eseguire un secondo tampone. In base alle indicazione dell'AUSL - scrive il sindaco - relative alle valutazioni e agli esami diagnostici eseguiti in data 12/10/2020 e 16/10/2020 si dispone quanto segue.

Le classi 1AL - 1SC - 2AFM - 2AL - 2SC - 3AL - 3PCP - 4AFM - 4AL - 4PCP - 5AFM - 5AL possono riprendere l'attività in presenza. Gli alunni non devono eseguire ulteriori approfondimenti diagnostici.

Le classi 1MATA - 3AFM - 3MAT - 5ART - 5MAT-IMP in cui sono stati rilevati dei casi tramite il tampone del 12/10/2020 eseguiranno un secondo tampone in data 22/10/2020, Dovranno permanere a domicilio fino alla refertazione del tampone, il DSP darà indicazioni alla scuola per il rientro in presenza. Per tali studenti non sarà inviata formale disposizione di quarantena essendo ormai trascorsi i giorni di isolamento previsti da Circolare Ministeriale del 13/10/2020. Per queste classi prosegue l'attività didattica in DDI.

Le classi 2MAT-B, 1AFM e 2MAT-A proseguono l'attività didattica in DDI, in attesa di indicazioni da parte dell'AUSL

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

  • Mangia la pizza e finisce in ospedale con un filo metallico nell'esofago: due denunce

Torna su
BolognaToday è in caricamento