Cronaca

Formula 1 a Imola, lo spazio è stretto, Salvini: 'Monza non si tocca'

Il Circus dei motori da tempo si sta spostando verso est, e difficilmente la proprietà concederebbe al Belpaese due Gran Premi. Di Maio: 'Qui il gran Premio D'Europa

Fare ritornare la Formula 1 a Imola. Ogni tanto riaffiora l'idea di fare riavvicinare il circus della Formula 1 a quella che fu casa del Gran Premio di San Marino dal 1981 al 2006. In questi giorni, con l'avvento della tappa italiana a Monza, la politica, si è riaccesa intorno al tema, con un confronto a distanza tutto interno ai banchi del governo.

"Stiamo lavorando per riavere la Ferrari anche a Imola insieme al GP. Nei prossimi giorni capiremo se si può aprire uno spiraglio". Così Massimo Bugani, vicecapo della segreteria Di Maio, consigliere comunale a Bologna e socio dell'associazione Rousseau, scriveva su Facebook venerdì scorso.

Ieri però una esternazione del vicepremier e ministro dell'Interno Salvini ha fatto capire che se i piani fossero di trasferire il Gran Premio d'Italia da Monza a Imola, ci sarebbero dei problemi. "Sappiano tutti che il governo ci tiene, e che una Formula 1 senza Monza non è nemmeno lontanamente ipotizzabile" ha dichiarato il ministro dell'Interno in visita al circuito lombardo durante le qualifiche, non trattenendo una risata.

Poco dopo è arrivata anche la replica di Bugani, che all'Ansa ha riferito: "Mai stato in dubbio il Gp di Monza. Imola e Monza non sono alternativi. Imola è nel cuore della motor valley e il Gp di Imola, insieme a Monza, ha fatto la storia. Se un domani avremo due gp in Italia rideremo insieme".

A smorzare i toni, complice anche la doppiettta Ferrari in pole alle qualifiche, ci ha pensato il vicepremier DI Maio: "La doppietta Ferrari a Monza è straordinaria: non succedeva da 18 anni! Quello di Monza è il circuito più antico del mondiale e regala emozioni uniche come quella di oggi. Il GP di Monza quindi non si tocca e nessuno ha mai avuto intenzione di farlo. Peró che bello sarebbe riveder correre ad Imola, pista stupenda, il Gran Premio d'Europa, oggi in Azerbaigian. Si vedrà! Intanto: forza Ferrari!".

La strada però è storicamente in salita. Sono circa quindici anni che il Circus sta sviluppando la sua espansione verso i paesi della penisola arabica, dell'est e del sud-est asiatico, con gran premi come Barhain, CIna, Singapore, Russia e il cambio di proprietà con l'acquisto degli americani della Liberty Media di John Malone non sembra voler cambiare direzione. Intanto, il Gran Premio d'Europa è stato soppresso nel 2016, ora vera e propria tappa nota come Gran Premio dell'Azerbaijan.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Formula 1 a Imola, lo spazio è stretto, Salvini: 'Monza non si tocca'

BolognaToday è in caricamento