Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Ozzano, il Comune stanzia 60mila euro a sostegno del commercio e dell'artigianato locale

Il sindaco Lelli: "E' innegabile che la pandemia da Covid-19 si sta rivelando una battaglia molto più dura e difficile da vincere di quanto si pensava un anno fa"

"E' innegabile che la pandemia da Covid-19 si sta rivelando una battaglia molto più dura e difficile da vincere di quanto si pensava un anno fa".Queste le parole del sindaco di Ozzano Luca Lelli, che parla di pandamia e ripresa economica: "Il primo duro lockdown l'abbiamo vissuto a marzo 2020, esperienza purtroppo condivisa a livello mondiale. Da allora la ripresa piena ancora non c'è stata, aperture e chiusure si alternano a fisarmonica e le tante varianti del virus tengono ancora in scacco le economie mondiali frenandone la ripresa e condizionando i nostri stili di vita- sottolinea- Nei nostri territori  la campagna vaccinale sta procedendo bene anche se si sperava, forse, in percentuali piuù ampie di copertura. Oltre il 65% della popolazione dai 12 anni in su comunque ha ricevuto almeno una dose di vaccino e oltre il 42% ha completato il ciclo vaccinale, ed èproprio basandoci su queste cifre, ribadisce Lelli,  che dobbiamo programmare una piena ripresa delle attività produttive e del commercio.  Come Amministrazione comunale vogliamo essere vicini ai nostri commercianti convinti che il ritorno alla normalità, seppure lento, debba comunque passare attraverso la ripresa dell'economia".

Il lungo discorso per motivare la decisione presa dal Comune:  investire altri 60.000 euro (dopo gli 80.000 del 2020) a sostegno del commercio e dell'artigianato locale sotto forma di contributi a fondo perduto".

"Mi sono impegnato e speso in prima persona- interviene l'assessore alle attività Claudio Garagnani- per riproporre questo progetto sulla base di quello emanato circa un anno fa perche' ancora oggi, a distanza di quasi un anno e mezzo dall'inizio della pandemia, il commercio e' ancora molto in sofferenza e la ripresa va molto a rilento. Dobbiamo fare tutto quanto e' in nostro potere per far sì che i negozi, piano piano, riprendano ad essere meta delle persone che finalmente riscoprono la voglia di uscire. Le piccole attività artigiane devono riprendere il ritmo della produzione e delle lavorazioni. Il mondo del lavoro e, di conseguenza, l’economia deve tornare a “viaggiare”. 

E' stato anche pubblicato dall'Unione Savena-Idice il bando per l'assegnazione dei contributi al quale possono accedere le piccole imprese artigianali e non, di commercio al minuto in sede fissa con superficie di vendita pari o inferiore a 250 mq., i pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, ad esclusione delle mense e dei catering, le attività artigianali di asporto cibi e bevande, l'artigianato di servizio alla persona (quali ad esempio parrucchieri, estetisti, barbieri), l'artigianato di servizio al consumatore finale esercitato in locali/negozi aperti al pubblico (tra cui attività di riparazione scarpe, vestiti, ecc.) a condizione che abbiano sede operativa nel territorio del Comune di Ozzano dell’Emilia e che abbiano dovuto sospendere l’attività ai sensi del D.P.C.M. del 11.03.2020.

Tutti i dettagli sul sito dell'Unione Savena Idice o del Comune di Ozzano dell'Emilia.

Le domande di partecipazione si potranno presentare dal 19 luglio al 10 settembre 2021 e dovranno essere inviate a mezzo posta elettronica certificata all’indirizzo: unione.savenaidice@cert.provincia.bo.it  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ozzano, il Comune stanzia 60mila euro a sostegno del commercio e dell'artigianato locale

BolognaToday è in caricamento