menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
IL NETTUNO DURANTE IL RESTAURO

IL NETTUNO DURANTE IL RESTAURO

Il Nettuno recintato per sempre? Comune: "L'idea è prendere spunto dalla vecchia cancellata"

Proteggere dai vandali uno dei simboli della città di Bologna è l'obiettivo dell'Amministrazione. L'assessore Aitini spiega quali sono le riflessioni in campo sull'argomento

Proteggere dai vandali uno dei simboli della città di Bologna, ovvero la fontana del Nettuno, con una recinzione. E' l'idea che circola da qualche tempo. Così oggi il Gigante è stato oggetto di discussione in sede di 'question time' in Comune.

A sollevare l'argomento è stata la consigliera Foresti, chiedendosi se "l'idea di una recinzione permanente non fosse una conferma di azioni inefficaci portate avanti dall’Amministrazione per disincentivare certi comportamenti" e se fosse opportuno "creare barriere" che in qualche modo possano non far apprezzare il monumento nella sua bellezza a cittadini e turisti.

E' stato l'assessore alla sicurezza Aitini a rispondere sulle intenzioni dell'Amministrazione: "La nostra riflessione è che sia utile come avviene per tantissimi monumenti in giro per il mondo, per monumenti importanti che ci sia una soluzione, a cui stiamo pensando, che dovrebbe essere una soluzione definitiva di protezioni non invasive, quindi che non coprano minimamente il monumento, che impediscano o rendano molto difficoltoso l'avvicinarsi troppo alla fontana e quindi compiere atti non in regola con i regolamenti e le leggi".

Spunto, la vecchia cancellata

Quindi, per il Comune "proteggere uno dei più importanti simboli della nostra città da maleducati e malintenzionati è assolutamente importante, per di più la fontana del Nettuno è stata per tantissimo tempo protetta e quindi non non sarebbe una novità assoluta, anzi è già successo in passato, quindi nel caso l'idea è proprio quella di prendere spunto da una cancellata che proteggeva la fontana in tempi passati, per adattarla chiaramente ai giorni nostri". Così aggiunge l'assessore aggiungendo che per ora "è una riflessione che stiamo facendo, in cui va assolutamente coinvolta la sovrintendenza che comunque dovrà decidere se è fattibile dal punto di vista del decoro architettonico della fontana rivelare e della zona circostante".

Nuova telecamera tiene d'occhio il Gigante

Poi Aitini fa il punto sulle strategie finora attuate per la sicurezza del celebre monumento. "Abbiamo sistemato una telecamera di video sorveglianza che controlla 24 ore su 24 il il monumento in modo che nel caso si può controllare a posteriori se qualcuno dovesse aver commesso degli atti non consoni".

Presidio 'fisso' intorno al Nettuno

Poi è stato attivato un presidio "di fatto fisso" degli agenti della polizia municipale, iniziato a metà luglio . Il presidio - rammenta l'assessore - "ha l'obiettivo di prevenire e reprimere eventualmente comportamenti che possono pregiudicare l'integrità e il decoro della fontana. Il servizio per competenza è svolto primariamente dal reparto della polizia municipale di Santo Stefano e in caso di necessità anche da altri reparti della Polizia municipale. E' un servizio quotidiano, che parte alla mattina e finisce alla sera, c'è tutti i giorni, a meno che non ci siano come successo domenica scorsa, nel caso specifico, non ci siano altri servizi prioritari che la Polizia municipale deve svolgere e che quindi nell'organizzazione del servizio si è deciso che il servizio passi da fisso mobile come era successo domenica scorsa, quando poi c'è stata una persona che ha deciso di provare a raccogliere le monetine all'interno della fontana".

Multe fino a 400 euro

In questi mesi le sanzioni - fa sapere l'amministrazione -sono state cinque, sono state fatte tutte nel mese di agosto, sono sanzioni che vanno dai cento ai quattrocento euro, a persone di varie nazionalità che utilizzavano la fontana o per lavarsi le mani, o per sedersi a bordo vasca o per entrarci per provare a prenderne il contenuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento