menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Le donne di Forza Nuova in piazza: 'Donne picchiate? Colpa di Merola'

"Se solo una donna, una figlia una moglie o una madre sarà costretta rivolgersi al Pronto soccorso del tuo ipocrita partito sarà la colpa!"

"Della prodromica carenza di valori, di rispetto, di onore e di onestà della sinistra già da tempo noi ce ne eravamo accorte, ma mai si pensava che il Sindaco Merola, la giunta Regionale e Comunale Piddina di Bologna potesse arrivare a tanto". Lo scrive l'associazione Evita Peron, dipartimento femminile di Forza Nuova, che oggi scenderà in piazza contro la moschea e che da giorni ribadisce la sua posizione con diversi striscioni in città, avvertendo il sindaco Merola "che se solo una donna, una figlia una moglie o una madre sarà costretta, per la tua ottusità e tornaconto, a rivolgersi al Pronto soccorso perchè picchiata, violentata o a piangere un proprio caro tua e del tuo ipocrita partito sarà la colpa!"

"Fanno solo gli interessi delle loro tasche svendendo la sicurezza nostra e dei nostri figli - si legge nella nota - in quest'ultimi striscioni si è voluto rammentare i morti a causa dell'ideologia musulmana, si è voluto far ricordare che delle madri hanno perso i loro figli, delle figlie hanno perso i loro padri e delle mogli hanno perso i loro mariti. Non ci accontenteremo delle lacrime di coccodrillo che a comando fate scendere sulle guance, ma faremo tutto ciò che, secondo legge, ci sarà consentito affinché rispondiate delle vostre azioni. Siamo qui a fare appello a tutte le donne bolognesi di unirsi a noi domani, in Piazza San Domenico, nel voler impedire la costruzione di una Moschea a Bologna". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

I Giardini Margherita, tra tesoretti e sorprese inaspettate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento