menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Dire

Foto Dire

Strage 2 agosto, Francesca Mambro in tribunale: 'Mi sento deportata'

'Vederla arrivare, con uno spiegamento di televisioni e giornalisti che la fanno sembrare una star, è una cosa deprimente' è il commento della vicepresidente dell'associazione dei famigliari delle vittime

"Venire qui a Bologna è faticoso, mi sento una deportata io qui". Lo ha detto Francesca Mambro, condannata in via definitiva per la strage del 2 agosto 1980, oggi in tribunale nel corso dell'interrogatorio del pm Antonello Gustapane, durante l'udienza in Corte d'assise al processo Cavallini. 

Mambro, moglie di 'Giusva' Valerio Fioravanti, è stata condannata a 9 ergastoli, non si è mai dichiarata colpevole della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto del 1980.  

"Non ho mai perduto l'umanità, anche quando ho fatto cose malvagie, ma non ho fatto nulla di cui dovermi vergognare qui oggi a Bologna. Essere qui dopo 38 anni, in cui ho fatto un grande lavoro su me stessa, mi provoca angoscia e ansia" e sottolinea che "sono state dette troppe menzogne e cattiverie, a Bologna  non dovrei essere nè come teste nè come condannata per una strage che non ho commesso". 

"Non ho nessuna voglia e nessun interesse di parlare con lei e con suo marito Valerio Fioravanti. Naturalmente, mi aspetto molto poco: a meno che, con l'età matura, non abbia voglia di dire qualcosa. Qualcosa di nuovo, perchè nei processi precedenti non ha quasi mai detto niente, assolutamente". Lo ha detto la vicepresidente dell'associazione dei famigliari delle vittime del 2 agosto Anna Pizzirani "è una settimana che mi si torcono le budella, il fatto di rivederla arrivare, dopo il loro processo e il processo Ciavardini, con uno spiegamento di televisioni e giornalisti che la fanno sembrare una diva, una star, con gli occhiali neri, è una cosa deprimente. Una cosa che crea disappunto, per come gli assassini possano produrre piu' interesse rispetto alle vittime", conclude la vicepresidente dell'associazione dei famigliari. (dire) 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento