rotate-mobile
Cronaca

Guccini scende dal palco: 'Addio musica, mi manca la forza e la voglia di fare canzoni'

I riflettori non mancheranno, bensì tutto quello che ruota intorno. Così il cantautore emiliano, ormai stanco, lascia la scena 'quando il successo è ancora alto, senza aspettare il declino'

Francesco Guccini lascia la musica, si dedicherà alla stesura di libri e canterà solo per e con gli amici. Così il cantautore modenese di nascita, bolognese d'adozione, ha annunciato l'uscita di scena. Lo ha fatto dal palco del Festival Musicultura allo Sferisterio di Macerata, tra il dispiacere dei tanti fan, che da oggi si sentono orfani di un grande della nostra cultura musicale.

"Non mi mancherà il palco, ma il prima e il dopo con gli amici della band, a tirar tardi fino a notte" ha detto Guccini,  passando il testimone a I Musici (Flaco Biondini, Vince Tempera, Oscar Del Barba, Antonio Marangolo, Pierluigi Mingotti, Gigi Cavalli Cocchi e Danilo Sacco, già voce dei Nomadi), la band che l'ha accompagnato per tanti anni.

"Lascio perché sono stanco - ha dichiarato Guccini - mi manca la forza, la voglia e il desiderio di fare canzoni. E' nobile ritirarsi quando il successo è ancora alto, senza aspettare il declino. Canterò solo per gli amici e continuerò a scrivere libri". L'addio di Guccini è tutto nel titolo del suo ultimo disco, L'ultima Thule, ovvero l'ultimo approdo, registrato nel Mulino di Pavana, nella campagna pistoiese, che la moglie Raffaella Zuccari ha voluto raccontare in un documentario, proiettato prima della serata.

LA SUA VITA COME UN'OPERA D'ARTE. Francesco Guccini, nato a Modena il 14 giugno 1940, ma a causa della guerra trascorre l’infanzia e parte dell’adolescenza nel paese dei nonni paterni, Pàvana, località dell’Appennino Pistoiese, al confine con il territorio bolognese. Qui frequenta l’Istituto magistrale a Modena e la Facoltà di Magistero Lettere a Bologna, città nella quale si trasferisce nel 1960. 
Fa per due anni il cronista alla Gazzetta di Modena ed insegna per vent’anni lingua italiana al Dickinson College, scuola off-campus, con sede a Bologna, dell’Università della Pennsylvania.
Comincia a suonare e a scrivere canzoni alla fine degli anni cinquanta: “Musicalmente sono nato nel 1957, con una chitarra avuta in regalo, composi le prime canzoni quasi subito…”. Ha alle spalle la realizzazione di 22 Album e può contare, in Italia, su un seguito consolidato in quarant’anni di attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guccini scende dal palco: 'Addio musica, mi manca la forza e la voglia di fare canzoni'

BolognaToday è in caricamento