menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sabato l'ultimo saluto a Fausto Gresini: in diretta streaming, a Imola il rombo delle sue moto

Per onorare la memoria del campione, sono partite le donazioni alla terapia intensiva del Maggiore. A Imola un minuto di silenzio, nel centro storico sarà diffuso il rombo delle sue moto, come saluto della sua città

Sabato 27 febbraio, a Imola, l'ultimo saluto al campione Fausto Gresini, colpito dal covid e morto il 23 febbraio, dopo il ricovero all'ospedale Maggiore. 

"Non sarà purtroppo la cerimonia con cui tutti avremmo voluto congedarci dal nostro amato Fausto, per via delle attuali restrizioni dovute alla pandemia" fanno sapere il figlio Lorenzo e Gresini Racing "che purtroppo non ci permettono di fare una cerimonia con tutti i suoi tifosi, come sicuramente avrebbe voluto... Stiamo lavorando per creare una diretta e dare la possibilità a chi vorrà di partecipare".

Fausto Gresini è morto. Il dolore del team: "La notizia che non avremmo mai voluto dare" 

"Sarai per sempre il nostro tesoro più grande... Impossibile esprimere a parole l'essenza della persona che sei sempre stato. Un Uomo vero con le palle che aveva una soluzione per ogni problema sei il motore di questa famiglia che tanto desiderava riabbracciarti e festeggiare con te un altra vittoria  - ha scritto Lorenzo suii social - manchi come manca l'aria ogni volta che ti penso... Ti vedo ovunque e mi si stringe il cuore a pensare che non sarà più così. Mi hai supportato in ogni parte di me, nonostante non fosse sempre giusto... mi hai amato come un padre ama un figlio e io ti ho amato e ti amo come un figlio ama un padre. Il destino è stato davvero crudele con te.  Ringrazio per i tanti messaggi, ma non riuscirò a rispondere a tutti perché siete tantissimi e perché il dolore è tanto grande che non riesco nemmeno ad aprirli... Buon Viaggio Babbone mio". 

La Città di Imola ricorda Fausto Gresini. Per farlo, accogliendo l’idea di Renata Nosetto, il sindaco Marco Panieri invita tutti i cittadini ad osservare, domani mattina, alle ore 10, un minuto di silenzio in ricordo di Fausto Gresini (ieri anche il Consiglio comunale lo ha osservato, in apertura di seduta).

“Sarà il nostro modo per rendere omaggio, ciascuno nel luogo in cui si trova, evitando assembramenti, ad un grande campione ed un grande uomo, che ha portato il nome di Imola nel mondo, rimanendo sempre profondamente legato alla sua città. Vogliamo così testimoniare tutto il nostro affetto e la nostra gratitudine nei riguardi di Fausto” fa sapere il sindaco Marco Panieri.
Al termine del minuto di silenzio, introdotto dal sindaco, attraverso l’impianto di filodiffusione presente nel centro storico sarà diffuso un ricordo di Fausto Gresini, seguito dal rombo delle sue moto, come saluto della sua città.

Per onorare la memoria del campione, sono partite le donazioni al 10º piano di terapia intensiva dell’ospedale Maggiore di Bologna. 

Per chi volesse aderire: 

Intestatario conto: GRESINI RACING SRL

VIA PANA 26 48018 FAENZA (RA) ITALIA

IBAN: IT69 F032 9601 6010 0006 7344 853

BIC/SWIFT: FIBKITMM

Fausto Gresini dalle sfide in pista, alla battaglia contro il covid

Nato a Imola, città di motori, esordì nel moto mondiale partecipando al Gp delle Nazioni del 1982, che non concluse a causa di un ritiro. Ha  gareggiato  nella 125, vincendo il  primo titolo mondiale nel 1985. L'anno seguente si aggiudicò quattro Gp (in Spagna, Europa, Svezia e Germania).

Dalla Garelli passò all'Aprilia, poi alla Honda. Il suo ritiro nel 1995 per poi passare 'dietro le quinte': nel 1997 nacque il team a suo nome, con sede a Faenza. Tra i piloti della sua scuderia, negli anni, Alex Barros, Tony Elias, Loris Capirossi, Marco Melandri, Sete Gibernau, Alex De Angelis, Jorge Martin, Matteo Ferrari. Vittorie, ma anche lutti: Daijiro Kato, morto a Suzuka nel 2003, poi Simoncelli.

Dalle sfide in pista all'ultima battaglia, quella contro il covid, che ha colpito l'ex motociclista lo scorso dicembre :dopo un primo ricovero a Imola, le sue condizioni si erano aggravate ed era stato trasferito all'ospedale Maggiore di Bologna. Dopo due mesi, stamane l'ultimo respiro, nella terapia intensiva. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lo sapevi che .... anche Bologna aveva un porto?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento