Cronaca Centro Storico / Via Santa Caterina

I funerali di Silvia Caramazza: una canzone di Capossela per "farla ridere ancora"

Dopo un mese dal ritrovamento del corpo in viale Aldini, ieri nella parrocchia di S. Caterina, l'ultimo saluto a Silvia. In chiesa "Che cos'è l'amor" di Vinicio Capossela

Vinicio Capossela con “Che cos’è l’amor”, per farla ridere ancora. Con questa canzone le amiche  hanno salutato ieri  la Silvia, una morte assunta e agghiacciante.

Nella parrocchia di Santa Caterina di Via Saragozza, anche il sindaco Virginio Merola e la presidente del consiglio comunale Simona Lembi.

Il presunto assassino e fidanzato, Giulio Caria, è in carcere a Sassari con pesanti indizi che lo accusano del delitto.

CASA DELLE DONNE. Alla messa, oltre ai parenti e agli amici, anche Angela Romanin, della Casa delle Donne di Bologna, un Centro di accoglienza pubblico e appartamenti a indirizzo segreto per l'ospitalità di donne che hanno subito violenza: "Le amiche di Silvia ci hanno chiesto di essere presenti per poter salvare altre donne che come lei decidono di allontanarsi dalla persona che le perseguita. Gli ingredienti del femminicidio c'erano tutti: una donna isolata, un uomo con precedenti analoghi, uno stato psicologico particolare (due lutti in poco tempo, quelli dei suoi genitori), la volontà di lasciare quell'uomo che le rendeva la vita difficile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I funerali di Silvia Caramazza: una canzone di Capossela per "farla ridere ancora"

BolognaToday è in caricamento