rotate-mobile
Cronaca

Automobilisti rapinati con pistola e fughe folli (con schianto): colpi identici, stessa mano

Minacciati, costretti a scendere dall'auto e consegnarla al rapinatore che poi scappava all'impazzata, in un caso finendo col mezzo in un canale. Un 27enne è ritenuto l'autore dei raid fotocopia

Minacce con pistola per rubare auto e poi darsi alla fuga, folle e sconsiderata, tanto che in un caso è finito con l'auto trafugata in un canale di scolo. Colpi simili: stesso modus operandi, regia e stessa mano, secondo i carabinieri che hanno denunciato  un 27enne marocchino, disoccupato e senza fissa dimora, con l'accusa di rapina aggravata.

E' avvenuto all'esito di un’indagine avviata per risalire all’identità di un soggetto armato di pistola che aveva depredato due automobiliste: una 63enne italiana, rapinata della sua Fiat Punto la sera dell’8 settembre 2023 mentre si trovava in un parcheggio di Via Cova a Castel San Pietro Terme e una 23enne italiana rapinata della sua Hyundai I10 la sera del 9 settembre 2023, mentre si trovava nel parcheggio del centro commerciale The Style Outlets di Castel Guelfo.

Due auto rubate in due giorni, la folle corsa e lo schianto in un canale 

In entrambi casi, le vittime avevano riferito ai militari che un uomo, dopo averle minacciate con una pistola che aveva estratto dai pantaloni, le aveva costrette a scendere dal veicolo, mettendosi alla guida e allontanandosi velocemente.

Le due malcapitate sono state ritrovate dai Carabinieri qualche ora dopo la seconda rapina. La  Punto è stata rintracciata in stato di abbandono nelle vicinanze del centro commerciale di Castel Guelfo, mentre la Hyundai  in un canale di scolo  in via Ferra a Imola, al termine di un inseguimento ad alta velocità che i militari  avevano ingaggiato col fuggiasco  intercettato in zona. Nonostante l’impatto violentissimo e il rischio di annegare, il conducente è uscito dall’auto ed è fuggito a piedi, dileguandosi nella campagna adiacente. A bordo dell’auto incidentata, è stata rinvenuta una pistola semiautomatica a salve e priva del tappo rosso.

Terzo colpo analogo, ma finisce male

Nella serata del 10 settembre 2023 - ricostruiscono gli investigatori - si è registrato un fatto analogo quando i Carabinieri della Sezione Radiomobile di Molinella hanno ingaggiato un inseguimento ad alta velocità col conducente di un SUV, marca Subaru, modello Forester, che non si era fermato all’ALT. Raggiunto dopo una fuga ad alta velocità, l'automobilista - identificato nel  27enne marocchino - è stato arrestato per resistenza a un pubblico ufficiale e ricettazione, perché il SUV che stava guidando era stato rubato la mattina a un 70enne imolese.

A quel punto, le indagini dei Carabinieri di Imola si sono concentrate sulla stessa persona e grazie alla testimonianza delle due donne rapinate (la 63enne e la 23enne), lo hanno denunciato per rapina aggravata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Automobilisti rapinati con pistola e fughe folli (con schianto): colpi identici, stessa mano

BolognaToday è in caricamento