Assalti esplosivi a Bancomat, presa banda di bolognesi in trasferta

I colpi nell'hinterland meneghino. Cinque arrestati da parte dei carabinieri: 'Gruppo molto affiatato, lo facevano anche per l'adrenalina'

Hanno tutti tra i 26 e i 51 anni e sono tutti cittadini italiani residenti a Bologna i cinque soggetti arrestati dai Carabinieri di Milano per una serie di assalti esplosivi ai danni di bancomat per mezzo di esplosivi, tutti avvenuti nelle zone tra Milano, Monza e Como.

Il gruppo è stato arrestato nella notte del 20 aprile nel milanese, e da qualche tempo i militari erano sulle loro tracce. Dopo ben due colpi in una notte i militari li hanno fermati con il bottino al seguito, circa 90mila euro, in procinto di arrivare in uno dei box-rifugio che il gruppo aveva dislocati in varie zone dell'hinterland milanese.

Bancomattari arrestati: vivono a Bologna, hanno un lavoro

Anche se quasi tutti pregiudicati per reati specifici, il gruppo di 'bolognesi' era di fatto composto da persone apparentemente con una vita normale, diverse delle quali impiegate in lavori regolari: un 41enne titolare di un bar , un 26enne operaio, un 49enne titolare di ferramenta, un 48enne investigatore privato e un 51enne disoccupato, tutti accomunati dai piani delittuosi che solitamente prevedevano l'agire con la stessa auto e utilizzando le tecniche della marmotta o dell'acetilene. I Carabinieri hanno spiegato come le modalità operative del gruppo, collaudato e con esperienza, fossero anche condotte con affiatamento e divertimento.

Assalti ai bancomat, sgominata banda: agivano così | VIDEO

Banda del bancomat: piani studiati e case in affitto

Presa la banda dei bancomat: da Bologna a Milano, poi le esplosioni e la fuga col bottino
Con gli assalti organizzati fin nei minimi dettagli, si è scoperto che i cinque avevano noleggiato tre box - due a Milano città e uno in provincia- e avevano preso in affitto una casa per quattro persone di rcente. Nei due assalti ai bancomat seguiti passo passo dai militari meneghini, i tempi tra l'arrivo e la fuga dei maviventi bottino alla mano sono stati stimati in 120 secondi, in due operazioni fotocopia molto collaudate.

Non è escluso che la stessa banda di 'bancomattari' possa avere agito anche nella provincia bolognese, dove qualche tempo addietro si registrò un picco di assalti esplosivi ai bancomat, soprattutto nei paesi attorno il capoluogo emiliano.

(Leggi il servizio completo su Milanotoday)

(Leggi il servizio completo su Milanotoday)  “

Potrebbe interessarti: https://www.milanotoday.it/cronaca/presa-banda-bancomat-marmotta.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/MilanoToday

Potrebbe interessarti

  • Casa: 6 modi per riutilizzare i fondi di caffè

  • Instagram senza più 'like': ecco cosa sta succedendo

  • Sentiero dei Bregoli: un itinerario spirituale

  • Eclissi lunare: conto alla rovescia, dove ammirare la luna rossa

I più letti della settimana

  • Incidente mortale bici-furgone: vittima un professore dell'Alma Mater

  • Incendio treno Frecciarossa: prende fuoco il pacco batterie, convogli evacuati

  • Sciopero nazionale trasporti 24 e 26 luglio: stop bus, treni e aerei

  • Incendio in stazione, fiamme al binario 17: evacuati 200 passeggeri alta velocità

  • Insegnante in vacanza in Abruzzo: ha un malore e annega in mare

  • E' leucemia acuta: a tre giorni dal ricovero Mihajlovich inizia la chemio

Torna su
BolognaToday è in caricamento