Cronaca

Furti di biciclette, arriva l'App che rende difficile la vita al ladro

I predoni di biciclette abbondano sotto le Due Torri. Come deterrente è stata studiata un'originale applicazione che permette di identificare i nostri mezzi. Ecco come funziona

I furti di bici proliferano sotto le Due Torri. Non serve neppure andare in giro con biciclette vecchie e malmesse, neppure quelle sono immuni dallo zampino dei predoni. Allora un lettore ci segnala la nascita di una singolare App -“RegisterBike” - a prova di furbetti. L'applicazione infatti ha l'obiettivo di identificare le biciclette per rendere difficile la vita ai ladri. Nata nel giugno 2014, l'idea ha subito conquistato numerosi utenti delle bike

COME FUNZIONA. Dopo il sito registerbike.com si è passato allo sviluppo della App. Il sistema prevede di incollare il codici seriale (10 etichette) e QR code (3 etichette) con la colla bicomponente, permettendo di saldare alla bicicletta il codice generato dall’App.
La possibilità da parte di chiunque di vedere se la bici è rubata, obbliga il ladro di  bicicletta a cancellare le tracce dei codici, circa 13 codici saldati in tutti i punti della bicicletta, le fotografie della vostra bicicletta rubata archiviate da voi e visualizzabili in un raggio di 2.000 km danno maggiore visibilità al furto da voi subito.
Se mai voleste vendere la vostra bicicletta potete inserire l’email del nuovo proprietario.
Se la vostra bicicletta viene rubata ed è stata precedentemente inserita in modo corretto nel database, verrà inviata una notifica a tutti gli utenti registrati nel raggio di 200 km.
Per tutti gli utenti che non sono pratici di "fai da te", potranno usufruire della ricerca Dealer, per individuare dove fare incollare e saldare le etichette.
Per chi già lavora nel mondo delle biciclette e per giovani studenti che vogliano fare dei lavoretti nel tempo libero potranno iscriversi come Dealer e pubblicizzare il loro servizio tramite i social  ai loro amici.

Il grosso problema dei furti delle biciclette è causato dalla non identificabilità della bicicletta stessa - sottolineano i promotori dell'App - e la facilità del ladro di poterla rivedere subito dopo. Oggi il ladro potrebbe perdere fino a 3 ore per cancellare tutti i codici, lasciando comunque tracce evidenti di abrasione sulla bicicletta e quindi segni evidenti del suo furto, con una semplice ricerca chiunque potrebbe indivuare il proprietario della bici rubata ed inviare una email al legittimo proprietario.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di biciclette, arriva l'App che rende difficile la vita al ladro

BolognaToday è in caricamento