Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca Sasso Marconi

Raffica di furti in casa di anziani: rubati 8mila euro in denaro, gioielli e prelievi

Il ladro, un 46enne, ha messo a segno almeno nove colpi in Appennino tra febbraio e maggio. Poi l'arresto grazie alle denunce delle vittime

QUI PER ISCRIVERSI AL CANALE WHATSAPP DI BOLOGNATODAY

Si presentava direttamente nel giardino o in casa delle possibili vittime e si faceva aprire la porta con la scusa di ‘chiedere informazioni’. Con questo stratagemma, un 46enne italiano ha messo a segno almeno nove colpi in vari paesi dell’Appennino riuscendo ad appropriarsi di circa 8mila euro tra denaro, gioielli e prelievi dalle carte trafugate.

Grazie alle denunce delle vittime, sono partite le indagini per furto continuato e indebito utilizzo di strumenti di pagamento diversi dai contanti che hanno portato all’ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita nei suoi confronti dai Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Vergato.

Le segnalazioni dei furti erano arrivate ai militari tra febbraio e maggio 2024. Le vittime, tutte anziane, risiedono a Castel d’Aiano, Vergato, Vado di Monzuno e Sasso Marconi ma non si esclude che anche altri siano cascati nei raggiri dell’uomo. Dei nove riuscitigli, sei sono furti veri e propri mentre in tre casi il 46enne ha utilizzato le carte di credito trafugate per prelevare il denaro delle vittime. Il modus operandi era sempre lo stesso: avvicinare gli anziani con la scusa di avere informazioni anche stradali e, approfittando della loro ingenuità e del primo attimo di distrazione, arraffare tutto ciò che poteva essere prezioso.

Grazie alle denunce, i Carabinieri sono riusciti a risalire all’identità dell’uomo, che si è rivelato essere un italiano con già precedenti penali, e ad arrestarlo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffica di furti in casa di anziani: rubati 8mila euro in denaro, gioielli e prelievi
BolognaToday è in caricamento