Cronaca Savena / Via degli Orti

Rubano Iphone e chiedono denaro per restituirlo: arrestati con un'imboscata

Nei guai è finita una coppietta di malfattori: all'appuntamento per riottenere il suo telefonino la vittima non si è presentata da sola e....

Estorsione. Di questo dovrà rispondere una coppietta, dopo aver rubato un'iphone e aver chiesto del denaro per restituirlo al legittimo proprietario.

La vicenda ha avuto inizio nella serata di ieri, quando  una donna bolognese ha chiamato il 112 spiegando che, lo scorso 13 agosto, mentre si trovava ai giardini di via degli Orti, non aveva più trovato il suo Iphone. Augurandosi di aver smarrito il telefono e che qualcuno lo avesse rinvenuto, la malcapitata aveva inviato un sms al suo numero, chiedendo, a chi ne fosse in possesso, di contattarla su una nuova utenza. E' stato così che la donna è stata contattata telefonicamente da una ragazza, che le chiedeva 150 euro per restituirle il suo Iphone.

Denunciato il fatto, i Carabinieri - dopo aver ricevuto dalla vittima i dettagli sulle modalità dello scambio per riavere in dietro il telefono  - hanno teso un'imboscata ai malfattori. Con i militari appostati nei dintorni, la vittima, come richiesto, aveva messo delle banconote (contrassegnate) in una busta, che depositava all’interno di un bidone della spazzatura nel parco adiacente via della Battaglia. Una volta allontanata la giovane, i Carabinieri, dopo pochi istanti di attesa, hanno potuto osservare una ragazza che si avvicinava al bidone della spazzatura e prelevava la busta contenente il denaro. I militari uscivano quindi allo scoperto, bloccando C.B., originaria della puglia classe 1994, residente a Bologna, incensurata, e recuperavano il denaro ed il telefono cellulare di proprietà della vittima.

Nascosto tra i cespugli, a qualche decina di metri, è stato inoltre  individuato anche il suo fidanzato C.G., bolognese classe 1992. I due, sodali nell’atto criminoso, sono stati tratti in arresto per estorsione in concorso. Il P.M. di turno presso la Procura della repubblica di Bologna, Dott. D. Ambrosino, ne ha disposto l’immediata traduzione presso la Casa Circondariale Dozza di Bologna.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano Iphone e chiedono denaro per restituirlo: arrestati con un'imboscata

BolognaToday è in caricamento